IL RISTORANTE STELLATO VECCHIO RISTORO DI AOSTA ADERISCE ALL’INIZIATIVA #TAVOLAJRE

Il Vecchio Ristoro, ristorante gourmet una stella Michelin situato ad Aosta all’interno di un mulino del 1600 che punta sulle materie prime e sapori fuori dal comune, con lo Chef Filippo Oggioni, unico rappresentante della Val D’Aosta di Jeunes Restaurateurs d'Europe, aderisce all’iniziativa #TavolaJRE, un progetto attraverso il quale gli Chef JRE-Italia propongono un menù degustazione riservato ai soli clienti di età fino ai 42 anni, dettaglio che richiama anche al limite di età previsto per l’ingresso stesso dei giovani chef  all’interno dell’associazione.  

JRE-Jeunes Restaurateurs è un'associazione che raccoglie, infatti, giovani chef e ristoratori da tutta Europa, uniti dalla passione per la cucina di alta qualità e dall'impegno verso l'innovazione culinaria. Fondata nel 1974 in Francia, JRE è cresciuta molto velocemente trasformandosi in una rete internazionale che favorisce lo scambio di esperienze e competenze tra i suoi membri. Per diventare associati JRE, i giovani ristoratori e chef devono avere meno di quarantadue anni. Al superamento dei cinquant'anni, i membri ricevono uno status onorario e diventano Membri d'Onore.

Ad oggi, l'associazione comprende oltre 350 ristoranti e 160 hotel distribuiti in quindici Paesi diversi.  Il menù proposto dal Vecchio Ristoro dedicato all’iniziativa #TavolaJRE è disponibile a pranzo dal martedì al venerdì al costo di 75 euro a persona. Anche in questa occasione, il ristorante di Aosta manterrà la sua filosofia puntando a sapori non convenzionali, portando in tavola la ricerca di prodotti delle eccellenze regionali e nazionali, sostenibili e a chilometro zero.

Chef Oggioni seguirà infatti la stagionalità delle materie prime per creare un menù nel rispetto del mercato quotidiano, che varierà a seconda delle disponibilità del momento.  Non potrà mancare un antipasto vegetale e l’inconfondibile Riso Affumicato, il Piccione all’Italiana e per concludere con la Cagliata di Limone, Gelato all’Olio d’Oliva, Pistacchio e Pomodori Canditi.  L’iniziativa #TavolaJRE è già attiva e sarà disponibile preso il Vecchio Ristoro fino a dicembre 2024: una soluzione importante per avvicinare i giovani all’alta ristorazione, grazie ad un’esperienza più accessibile ma sempre di qualità.

www.ristorantevecchioristoro.it     

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.