CANTINA BALDETTI IL FUTURO DEI GIOVANI NEL SEGNO DELLA TRADIZIONE

Il nome Baldetti è fortemente legato alla Toscana ed in particolare al territorio di Cortona (Ar). L’amore per la terra e la viticultura in particolare, tramandato di generazione in generazione, è sempre stato un punto fermo per la famiglia fin dagli anni '60, quando Mario Baldetti effettuò il totale rinnovamento dei vigneti esistenti.

La vendita del vino prodotto ai commercianti si interruppe agli inizi degli anni '70 con la nascita della DOC “Bianco Vergine della Valdichiana”, che segnò anche l’inizio della produzione del vino in bottiglia.

A partire dal 2000, in concomitanza con la nascita della nuova Doc Cortona, l’azienda ha provveduto al rinnovo dei vigneti nel rispetto della più aggiornata tecnica viticola puntando soprattutto sul Syrah, che negli anni sarebbe diventato il vitigno di riferimento per tutti i produttori della zona. Ma è l'anno 2012 a segnare profondamente la storia dell'azienda con la creazione della nuova cantina (sempre in Località Pietraia), fortemente voluta da Alfonso Baldetti (figlio di Mario) e dai suoi due giovani figli Daniele e Gian Luca. Nascita che crea i presupposti per un futuro roseo e ricco di soddisfazioni.

«La nostra filosofia aziendale può essere sintetizzata in due sole parole: qualità e passione – esordisce Gian Luca - qualità vuole significare molte parole: impegno, professionalità, creatività, …e altro ancora, ma tutto ciò non sarebbe sufficiente se non ci fosse la passione. Solo questa, infatti, ha il magico potere di trasformare il duro lavoro di ogni giorno in qualcosa di piacevole ed entusiasmante, presupposto indispensabile per poter mirare a grandi risultati».

Il lavoro costante dell'azienda Baldetti parte, senza compromessi, dai vigneti, che  devono consentire alle uve di esprimere la loro straordinaria potenzialità.

«Dai nostri ettari vitati si passa in cantina – prosegue Gian Luca – qui, conoscenza e tecnologia devono permettere ai nostri vini di conservare ed esaltare le caratteristiche delle uve stesse, per concludersi infine con il costante confronto con il mercato, al quale spetta l’ insindacabile giudizio finale».

Un mercato che dà ottime risposte all'azienda Baldetti, dove il 60% dei loro prodotti è riservato al mercato del nord e centro Italia, mentre il restante 40% a nord Europa e Stai Uniti.

Questi i prodotti della Cantina Baldetti: Spumante Brut Metodo Classico, Chabrè IGT Toscana Bianco, Piet Rosè IGT Toscana Rosato,  Marius (in onore al fondatore Mario) Cortona Doc Sangiovese, Crano Cortona Doc Syrah, Leopoldo Cortona Doc Vin Santo e l'ultimo nato Arenite, il nuovo cru di Syrah ottenuto da una selezione delle vigne più vocate e prodotto esclusivamente nelle annate migliori, mentre dal frantoio viene ogni anno alla luce Poggiobarullo, un blend di olio extravergine di Oliva.

«I nostri prodotti possono essere degustati anche nella nostra cantina – conclude Gian Luca – ma prima della degustazione invitiamo i nostri ospiti a seguirci, prima in un giro nei vigneti dove nasce la nostra uva e poi in cantina, dove, nel segno della tradizione, passione, innovazione ma soprattutto amore per il nostro lavoro, escono i nostri prodotti».

www.baldetti.com

 

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.