Al via Panetthòn 2018, sfida solidale fra i panettoni artigianali del Veneto

 

 

Torna Panetthòn, la sfida solidale che premia i migliori panettoni classici del Veneto. Una sfida ideata dall'accademico della cucina Daniele Gaudioso e che per tante edizioni - ormai patrfimonio dell'evento - è stata ospitata a casa sua. Il concorso è rivolto solo ai panettoni artigianali, privi di additivi ed emulsionanti. Panettoni di qualità e che non nuociono alla salute. Un settore dei prodotti da forno in costante evoluzione.

 

Il concorso

 

Il concorso, nato 9 anni fa da un’idea di Daniele Gaudioso, giornalista gourmet e collaboratore della guida ristoranti del Gambero Rosso, negli anni è cresciuto, arrivando a coinvolgere i migliori pasticceri di tutta la regione.

 

La seconda semifinale

 

Il ristorante Osterie Moderne di Campodarsego ospiterà mercoledì 28 novembre la seconda serata di semifinale, durante la quale si misureranno i migliori panettoni tradizionali delle province di Padova e Rovigo. L’appuntamento è alle 20 nel locale di via Bassa Seconda 18 a Sant’Andrea di Campodarsego. Il costo della degustazione dei panettoni è di 8 euro e il ricavato sarà destinato all’Associazione di Volontariato CO-META.

 

Solidarietà

 

Panetthòn 2018, infatti, rafforza la sua vocazione solidale, sostenendo due Onlus padovane. Il ricavato delle semifinali andrà all’“Associazione di Volontariato CO-META” per la realizzazione di un Centro per bambini malnutriti a Korsimoro, una cittadina nel nord del Burkina Faso, mentre quanto raccolto durante la finale sarà devoluto ad " Amici di Adamitullo Onlus" per garantire la formazione scolastica dei bambini etiopi di Adamitullo, piccolo paese a tre ore da Addis Abeba.

 

Il prossimo appuntamento

 

Sono più di 60 le pasticcerie che si sfideranno durante le quattro semifinali, in programma dal 27 (stasera) al 30 novembre, semifinali che decreteranno i 12 panettoni finalisti, in gara domenica 2 dicembre al nuovoristorante pizzeria Osterie Meccaniche di Abano Terme.

 

Gli sfidanti

 

Alla maratona di Campodarsego parteciperanno le pasticcerie: Europa (Padova), Mazzari (Padova), Supernova (Rovigo), Panificio Michele (Padova), Belvedere (Legnaro), Marisa (Arsego di San Giorgio delle Pertiche), Panificio Delizie di grano (Cittadella), Ristorante Val Pomaro (Arquà Petrarca), Gardellin (Curtarolo), Celso (Padova), Ristorante Storie d’amore (Borgoricco), Crack Brewery (Campodarsego), Forno Marina Bonetti (Padova).

 

I prodotti in gara

 

In gara solo panettoni “classici” con uvetta e canditi, lavorati senza l’utilizzo di emulsionanti e prodotti con materie prima di alta qualità, che saranno valutati dagli organizzatori – a fianco di Gaudioso, i giornalisti Paolo Brinis, Renato Malaman e il consulente Federico Menetto – e da una giuria tecnica di giornalisti ed esperti del settore.

 

Per informazioni sull'associazione Co-Meta347 7109388; mail info@associazionecometa.it www.associazionecometa.it.

 

0 Commenti

Lascia un commento

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy

Renato Malaman

Cura il blog "Salsa & Merende" nel quotidiano "Il Mattino di Padova" di cui è stato redattore fino al 31 dicembre 2016. Del quotidiano, con cui ha iniziato a collaborare nel 1978, è stato titolare dal 2001 della rubrica di enogastronomia "Gusto", ora confluita nel blog personale (su www.mattinopadova.it) dedicato all'attualità del Food and Wine veneto e non solo.
Coautore di numerose pubblicazioni nel settore enogastronomico e collaboratore di varie riviste, dal 2004 è ispettore della guida "Ristoranti d'Italia" de L'Espresso. Ha curato la guida "Padova nel piatto" e attualmente dirige la collana "Italia nel piatto" dell'editore Il Poligrafo.
Tra i riconoscimenti ottenuti spicca l'assegnazione di due premi "Penna d'Oca" (edizioni 2005 e 2011), premio biennale promosso da Unioncamere del Veneto. Per quanto riguarda il turismo ha visitato finora 111 paesi del mondo. Fa parte del Gist, associazione della stampa turistica di cui ha ricoperto la carica di delegato regionale e consigliere nazionale. Ha al suo attivo anche una spedizione umanitaria via terra in Guinea Bissau.

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.