TOUR GASTRONOMICO AL KEMPINSKY PALACE PORTOROZ IN SLOVENIA

Quest'anno il Kempinsky Culinary Tour sarà tutto incentrato sui cuochi di tre hotel Kempinski che porteranno al Kempinski Palace Portorose i sapori della cucina stellata di Vienna, della cucina fiabesca delle zone montane della Slovacchia e della cucina libanese esotica di Beirut, destinati a stupire gli ospiti e a soddisfare i palati più esigenti.

Il Kempinski Culinary Tour consiste in una serie di sei eventi indipendenti con tre chef ospiti al Kempinski Palace Portorož, ognuno dei quali soggiornerà due notti presso struttura e preparerà i suoi piatti prelibati presso l’elegante Ristorante Sophia dell’albergo per due sere.

Gli eventi inizieranno alla fine dell'estate, a partire dalla sera del 31 agosto e del 1° settembre, con il giovane e talentuoso Chef del Kempinski High Tatras in Slovacchia, Miroslav Zamiška. Lo Chef Zamiška definisce la sua filosofia culinaria nel preparare i piatti così: "Cucinare è come dipingere quadri che hanno un buon sapore" ed è famoso per la giocosità rappresentata nei suoi piatti, combinando sempre varie trame ed esperimenti con gusti diversi.

Seguendo gli altopiani della Slovacchia, il Tour Gastronomico approderà successivamente nella città di Vienna ossia al Kempinski Palais Hansen, da cui proviene lo Chef del ristorante premiato dalla guida Michelin Edvard, Thomas Pedevilla. Lo Chef Pedevilla sarà al Kempinski Palace Portorose il 14 e 15 settembre ed è pronto a stupire ed emozionare i suoi ospiti con la sua straordinaria combinazione di piatti alpini, ispirati al Mediterraneo.

Per finire, l’esotica cucina libanese arriverà a Portorose il 28 e 29 settembre.Il Ristorante Sophia ospiterà infatti l’esperto Chef Georges Mansour del Kempinski Summerland Hotel & Resort Beirut. Inarrestabile nella sua ricerca dell'eccellenza, lo Chef Mansour ha ottenuto il Diploma d'Onore dall'Istituto Gastronomico Francese e ha creato numerosi concept per i ristoranti, tra cui, l’ultimo, una combinazione di gusti che vede le migliori aragoste canadesi combinate con la carne invecchiata firmata.

Ogni Chef offrirà un menu su misura, che esprimerà la straordinaria “passione” che ognuno di loro ha per il cibo, il proprio concept e la propria arte culinaria.

Prezzo del menù unico di cinque portate a persona di 85,00 Euro (bevande escluse) o 120,00 Euro con abbinamenti di vini locali e internazionali, forniti dal sommelier dell’hotel.

www.kempinski.com/it/istria/palace-portoroz

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.