TENUTA RONCOLO 1888 DI VENTURINI BALDINI PER MATRIMONI DA SOGNO

Gli innamorati sanno cos'è l'attesa: quella prima di dichiararsi, quella per la prima uscita insieme, il primo bacio, il primo viaggio. Poi si decide che "io e te" debba diventare un noi, si inizia a pianificare quello che viene definito "il giorno del sì", perché si dice sì a una vita a due, si suggella un patto d'amore.

Oggi come oggi, gli innamorati sono nuovamente in attesa, questa volta aspettano che tutto torni alla normalità, che si possano nuovamente organizzare matrimoni con numerosi invitati. In questo tempo "congelato", si può sognare. Ma ci si può anche dedicare all'organizzazione  vera e propria del matrimonio. Il vestito, le fedi, i confetti, la lista degli invitati. Ma la scelta fondamentale è dove festeggiare il giorno del sì.

Per chi ama le atmosfere sofisticate, i luoghi pieni di magia, immersi in una natura d’incanto, perfetta è la Tenuta RONCOLO 1888 di Venturini Baldini, storica realtà nel cuore della provincia di Reggio Emilia, a Quattro Castella. Qui, immersa in un parco che fa invidia a quelli delle favole, si ergono una villa del 500, un resort appena ristrutturato – 11 camere eleganti e raffinate -, un’acetaia storica, una limonaia e vigne a perdita d’occhio. La cornice ideale per sentirsi una principessa e un principe azzurro, per un giorno e per sempre, nei ricordi e negli splendidi scatti realizzati per fermare il momento.
 
Immersa tra le dolci colline nella campagna emiliana, Roncolo 1888 è situato all’interno della proprietà Venturini Baldini. Il Relais che si trova all’interno della proprietà è stato oggetto di una recente ristrutturazione che l’ha portato ai suoi antichi splendori. La struttura dall’architettura rigorosa e dal design contemporaneo - all’interno di un meraviglioso parco e attorniata da 130 ettari di terreno di cui 32 vitati dove si assapora l’incanto dei rigogliosi vigneti da cui nasce il celebre Lambrusco e non solo - è divenuta oggi la perla della Tenuta, fondata nel 1976 da Carlo Venturini e Beatrice Baldini di cui porta ancora i nomi e dal 2015 di proprietà di Julia e Giuseppe Prestia.
 
Ambientazione perfetta anche per chi sceglie il matrimonio eco-friendly: la Tenuta è stata tra le prima realtà della Regione a convertirsi alle coltivazione biologiche e produce vini biologici dai primi anni ‘80. Non solo. Il progetto di ristrutturazione è caratterizzato da una visione innovativa dove estetica, funzionalità, elevate prestazioni, ecosostenibilità e risparmio energetico si fondono.
 
La Tenuta di Roncolo è un posto speciale dove onorare il giorno più importante. Sfoggia un’anima poliedrica: eleganti e suggestive - shabby chic, bohèmien o Country Chic - e accoglie gli ospiti in un’atmosfera unica, fuori e dentro, estate ed inverno: all’interno della villa, nella splendida veranda, all’aperto godendo della natura che circonda la struttura.

“Il nostro obiettivo è offrire agli sposi un evento ricercato in ogni minimo dettaglio - spiega Julia Prestia, proprietaria della tenuta, insieme al marito Giuseppe - ogni coppia che ci sceglie diventa parte della nostra famiglia e i nostri sforzi sono tesi a renderli felici. Il fil rouge della nostra attività è l’eccellenza: ogni elemento è per noi espressione di bellezza, ogni piccolezza è stato studiata con attenta minuziosità, in totale armonia con le richieste dei nostri sposi. Per questo collaboriamo con Wedding Planner e Catering in linea con la  nostra visione”.

https://venturinibaldini.it

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.