SUBARU XV, PARTENZA PER IL FUTURO

Bella, atletica, elegante, implacabile, divertente, vincente. Ogni riferimento a Federica Pellegrini, Tania Cagnotto, Francesca Piccinini e a qualunque altra affascinante atleta è solo per una coincidenza di attributi. Gli aggettivi di cui sopra, in questo caso, sono per la Subaru XV che abbiamo provato su un percorso particolarmente impegnativo sui crinali d’argilla dei calanchi bolognesi: più sentieri da capre che strade sterrate. Un’esperienza esaltante anche se, in certi passaggi, qualche palpitazione l’abbiamo avuta. Ma il suv della casa giapponese ha acquietato le ansie dimostrando, nei passaggi più difficili, sia nelle salite che nelle discese ripide di essere sempre padrone della situazione, comportandosi come un artiodattilo di montagna, incollato al terreno fangoso e scivoloso (era piovuto il giorno prima) come uno stambecco lo è alla roccia. È una vettura adatta all’avventura e alle escursioni, fuori porta e fuori strada.
Grande macchina per chi adora percorsi ardui e tormentati, in qualsiasi stagione e con ogni tempo: la Subaru XV se ne fa un baffo di pioggia, neve, sabbia e fango. Basta un clic sull’X-MODE e poi lasciarla fare badando solo a mantenere le mani sul volante. Affronta da sola discese da brividi mantenendo la velocità costante. L’elettronica del fuoristrada è incredibile, il meglio del presente che anticipa il futuro. Grazie ai 22 centimetri di altezza da terra- un record- scavalca agile grosse pietre, gobbe, solchi e infossamenti presenti sul tracciato grazie alla trazione integrale permanente Symmetrical AWD, al motore Boxer e al cambio Lineartronic CVT.
Migliorata esteticamente rispetto alla generazione precedente, è fin troppo bella per i percorsi dissestati. Compatta, linee morbide, elegante, regala emozioni a chi la guida e, in città, fa un figurone. Offre spazio e comodità. I montanti snelli permettono al guidatore di dominare la strada offrendogli anche una visuale ampia. La tecnologia è il massimo. La sicurezza preventiva e in caso di incidente ancora di più. Costruita con acciai speciali e soluzioni innovative, ha superato crash test incredibili ottenendo per sei volte le 5 stelle e il punteggio più alto nella protezione dei bambini e dei pedoni. «La sicurezza nella Subaru XV viene prima di tutto», rimarca Andrea Placani, responsabile delle pubbliche relazioni del brand. «Oltre ad essere un’auto molto versatile è una vettura che salva la pelle in caso d’incidente perchè la cellula dell’abitacolo rimane integra e il motore dopo l’urto cade in basso e non penetra verso le persone».
In più c’è l’occhio salvifico dell’Eye Sight a mantenere tutto sotto controllo: adatta la velocità alla soglia desiderata, mantiene la corsia di marcia intervenendo a raddrizzare lo sterzo in caso di sconfinamenti (Lane Keep Assist), ha due telecamere che riconoscono i segnali stradali e i limiti di velocità. Controlla la distanza dei veicoli che stanno davanti mantenendo gli spazi di sicurezza, avvertendo sonoramente nel caso di distrazione del pilota e arrivando a frenare autonomamente se la distrazione è a rischio d’impatto. C’è perfino una “sveglia” sonora nel caso che uno si addormenti al semaforo quando esce il verde: l’occhio della XV vede l’auto davanti partire e manda un segnale sonoro che equivale a un «Spicciati». Insomma, la tentazione di lasciar fare tutto alla macchina è forte.
Comoda, spaziosa, ricca di tecnologia e di tecniche costruttive all’avanguardia, bella e sicura, la rinnovata Subaru XV oltre ad essere nata per il fuoristrada è adatta ai lunghi viaggi e a durare nel tempo. Ha il tetto, di cristallo, apribile, un display da 6.3 pollici che è una miniera di informazioni, un sistema di riconoscimento vocale che permette di tenere le mani sul volante, un AppleCarPlay e Android Auto in grado di usare le applicazioni più importanti.
Placani, che durante la presentazione della vettura era affiancato dal presidente della casa costruttrice, Takashi Yamada, elenca le tre parole d’ordine della strategia di vendita della nuova Subaru XV: «Save, fun, tough», sicurezza, divertimento, durata. «È un’auto molto versatile che resiste nel tempo nonostante le condizioni avverse. Il 96 per cento dei nostri clienti possiede una Subaru da oltre dieci anni. La casa è talmente sicura delle prestazioni e della durata di questo gioiello del brand che offre a chi l’acquista 5 anni di garanzia e 3 anni di manutenzione ordinaria».
Questi i numeri della Subaru XV, tutti superiori a quelli della precedente versione per dare più spazio agli occupanti: lunghezza 4.465 mm.; larghezza 1.800; altezza 1.635; passo 2.670. Due i motori, entrambi a benzina: l’1.6 litri (114 cavalli) e il 2.0 (156 CV). I prezzi dell’1.6 (quattro allestimenti) vanno da 22.990 euro a 30.490, quelli della 2.0 (due allestimenti) da 29.990 a 32.990. Perchè non c’è un motore diesel? «Perchè la forza della benzina è cresciuta rispetto al diesel e perchè si sta studiando un ibrido oltre ad una alimentazione Gpl che possa godere delle garanzie previste».

0 Commenti

Lascia un commento

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy

Morello Pecchioli

Direttore di Golosoecurioso. Giornalista professionista. Archeogastronomo. È stato caposervizio del giornale L’Arena di Verona. Ha scritto i libri “Il Bianco di Custoza”; “Il rosto e l’alesso, la cucina veronese tra l’occupazione francese e quella austriaca”; “Berto Barbarani il poeta di Verona”. Scrive per la rivista nazionale dell'Associazione italiana sommelier "Vitae", per "Il sommelier veneto" e per il quotidiano nazionale La Verità diretto da Maurizio Belpietro. Ha collaborato, con Edoardo Raspelli, alla Guida l’Espresso. È ispettore della guida "Best gourmet dell'Alpe Adria". Ha vinto i premi Cilento 2006; Giornalista del Durello 2007; Garda Hills 2008. Nel 2016 ha avuto il prestigioso riconoscimento internazionale Premio Ischia per la narrazione enogastronomica. Nel 2016 ha scritto il libro "Le verdure dimenticate" e nel 2017 "I frutti dimenticati", pubblicati entrambi da Gribaudo. Sempre per Gribaudo ha scritto "Il grande libro delle frittate". In collaborazione con Slow Food ha pubblicato nel 2018 il volumetto sul presidio "Il broccoletto di Custoza".
Indirizzo mail: morello.pecchioli@golosoecurioso.it

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.