RITORNO A CASA A MONTEBELLI AGRITURISMO E COUNTRY HOTEL DI CALDANA

L’ultimo tratto di strada che conduce a Montebelli Agriturismo e Country Hoteldi Caldana (GR) è un vero passaggio segreto. Al pari dell’albero cavo in cui scivola Alice per ritrovarsi in pochi secondi nel Paese delle Meraviglie. Nel cuore della Maremma, una trentina d’anni fa è partito il progetto che ogni anno si arricchisce di un nuovo elemento, sempre in armonia con l’idea originaria di riportare il luogo al suo stato naturale. Qui gli Etruschi coltivavano la vite e l’olivo millenni fa, e il grande fascino di questo lembo di Toscana risiede proprio nel suo spirito misterioso e selvaggio, ereditato da questo popolo dai tratti ancora oscuri, e salvaguardato da un’attenta politica ambientale. Montebelli è un luogo che rispecchia una filosofia di vita: essere parte di un tutto, contribuire con la propria presenza ad un’armonia, con grande rispetto verso la natura e le persone. Il “tema” pervade ogni minimo dettaglio del resort, creando un unicum che ha come risultato immediatamente percepibile la sensazione di trovarsi a casa, in un luogo familiare e aperto, dove ogni ospite è in grado di cogliere la propria dimensione, e rilassarsi. L’idea ispira in primo luogo la coltivazione biologica di ortaggi, ulivi, vigneti, iniziata una trentina d’anni fa e che ha restituito alla terra forza ed energia, consentendole di dare ottimi frutti. In gran parte utilizzati nella cucina del ristorante pluripremiato. Le costruzioni che accolgono gli spazi riservati agli ospiti sono state pensate in una dimensione raccolta ed accogliente, perfettamente integrate nei giardini e circondate da prati e fiori: un vero abbraccio per chi sceglie di soggiornare a Montebelli. Anche la spa, intima e “cocooning” propone trattamenti dal mondo che riecheggiano sapienza antica e dolcezza. Arrivando a Montebelli ci si sente a casa, in un solo attimo: l’impressione è frutto di un’attenzione partecipe agli spazi e ai luoghi, e del grande amore che i proprietari, che vivono all’interno della tenuta, hanno messo in ogni piccolo gesto, pietra posata e seme piantato. Da alcuni anni Giulio Brunini, titolare del resort e somatic coach diplomato allo Strozzi Institute di San Francisco, in California, ha introdotto a Montebelli, unica location in Italia, il programma Coming Back to Center. Un metodo che trae origine dal principio dei “places of awakening”, mutuati dalla tradizione del Dojo nella disciplina Aikido, e che a Montebelli utilizza l’energia del luogo per riscoprire se stessi, e attraverso l’apertura di nuove possibilità riportare l’equilibrio nella propria vita di ogni giorno. Un programma che unisce diverse discipline e che fonda la sua particolarità, a Montebelli, sull’utilizzo dei cavalli, quali guide e interpreti di quanto c’è in noi e che da soli non saremmo in grado di esprimere appieno. La tenuta Montebelli invita alla meditazione, che sia una semplice passeggiata tra gli ulivi, una sosta sotto la grande Quercia o un massaggio energizzante oppure un percorso completo alla ricerca della consapevolezza di sé e di un nuovo centro di equilibrio per la propria vita.

Montebelli Agriturismo e Country Hotel Località Molinetto Caldana 58023 Grosseto

Tel +39 0566.887100 info@montebelli.com www.montebelli.com

Claudio Zeni

0 Commenti

Lascia un commento

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.