Ritorna "Straordinario", la festa del cibo di strada fuori dal comune

Il 30 Agosto a Milo (CT) chef, produttori e vignaioli fanno festa sulle pendici dell'Etna


Tanti i grossi nomi della cucina italiana presenti quest’anno alla quarta edizione di Straordinario, alcuni dei quali riceveranno i riconoscimenti speciali “Straordinario 20018” tra questi: Filippo La Mantia, con la sua personalissima interpretazione della cucina palermitana, Eugenio Roncoroni che porterà una ventata di internazionalità sulle pendici dell’Etna con i suoi piatti curiosi ispirati ad altre cucine del mondo ma riviste in chiave italiana e poi ancora Simone Padoan che metterà in scena la sua celebre visione di pizza innovativa e lievitati gourmet, Gabriele Bonci il re della pizza a taglio fatta a regola d’arte, Pasquale Torrente per gustare i sapori campani più veraci all’ombra dell’Etna. Un premio speciale sarà inoltre consegnato a Giacomo Gironi, fuori classe dell’arte della sommellerie, per il suo attento e innovativo lavoro di sala.


Ma i volti noti non finiscono qui si continua con Accursio Craparo, che mescola tradizioni gastronomiche della Sicilia orientale e occidentale con uno stile inedito Tony Lo Coco che stupirà con i suoi panini d’autore e poi ancora due donne che giocano in casa: Giulia Carpino per Barone di Villagrande e Valentina Chiaramonte per Fud Off. Si torna a Palermo con Gioacchino Gaglio di Gagini Social Restaurant, e si riparte con Angelo Pumilia di La Foresteria, Claudio Ruta de La Fenice Ristorante, Dario Di Liberto del Ristorante Dell'Angelo, Fabrizio Mantovani di FM e Alessio Marchese per Bioesserì, Giuseppe Raciti di Zash, Massimo Giaquinta per Cortile Arabo, Lina Castorina di 4 Archi, Lorenzo Ruta della Taverna Migliore, Alfio Visalli di Blu Lab Academy.


Non solo chef e cucina gourmet a Straordinario, il 30 agosto sarà la festa di tutti quelli che sanno fare le cose per bene, per questa ragione tanto spazio è anche dedicato a produttori, aziende agricole, e realtà ristorative innovative. Si comincia con la porchetta di suino nero dei Nebrodi cotta alla brace di Giuseppe Oriti, i pitoni fritti di Tommaso Cannata, la mortadella d’asino di Massimo Castro, i formaggi di bufala siciliana di Bubbalus, i prodotti del fornaio Francesco Arena, e si continua con i panini di Fud Bottega Sicula, il pulled pork di Maialino nero dei Nebrodi di Giuseppe Indorato, la salsiccia dei fratelli Sciuto, i fritti di Scirocco Sicilian Fish Lab, e le crispelle di Orazio Cordai. E per chiudere in dolcezza non può mancare il cioccolato di Modica della Dolceria Bonajuto.


Ci sarà da divertirsi anche per gli appassionati di vino che oltre a degustare le diverse proposte delle sedici cantine dell’Etna presenti all’evento potranno anche godere di un’inedita esperienza di wine pairing. Abbinamenti estrosi e vivaci per una serata completamente declinata al gusto fuori dall’ordinario realizzati insieme alle cantine di: Barone di Villagrande, Azienda Falcone, Barone Beneventano, Benanti, Cantine Di Nessuno, Cantine Russo, Feudo Vagliasindi, I Vigneri, La gelsomina, Masseria Setteporte, Murgo, Palmento Costanzo, Quantico, Scilio, Tenute di Nuna, Vivera.


A rendere ancora più avvincente la serata ci sarà la competizione che ogni anno assegna l’ambito riconoscimento al piatto più “Straordinario” della kermesse, stupore e meraviglia saranno le corde da solleticare per convincere i votanti. In concomitanza a Straordinario, il piccolo e pittoresco comune di Milo ospiterà anche ViniMilo, la tradizionale rassegna dedicata ai vini dell'Etna. La manifestazione è realizzata con la collaborazione e il sostegno di Camuti, azienda leader nella fornitura di servizi per la ristorazione, main sponsor di Straordinario; Moak, azienda modicana di torrefazione e distribuzione di caffè con cinquanta anni di storia ed esperienza alle spalle; Orli & Rosè sartorie 100% made in Sicily per l’abbigliamento professionale; Inpact, leader nel design e nell’implementazione di soluzioni packaging innovative per la ristorazione; Fontalba l’azienda che da più di 30 anni imbottiglia la migliore acqua siciliana, Thalass glass plates design, vetreria artigiana che veste la tavola dei migliori chef italiani con la leggerezza del vetro.

Ingresso 65 Euro

Tenuta Barone di Villagrande: Via del Bosco, 25, 95010 Milo CT

Come arrivare? Da Catania prendere autostrada direzione Messina. Uscire a Giarre e proseguire per Milo. Arrivati in paese posteggiate la macchina all’interno del parcheggio che si trova accanto al Distributore Agip sulla strada provinciale e da lì sarà disponibile un bus-navetta che condurrà direttamente alla zona check in di STRAORDINARIO.

0 Commenti

Lascia un commento

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy

Roberto Vitali

Laureato in Lettere alla “Cattolica” di Milano, ho cominciato durante l’università a scrivere per il quotidiano della mia città, “L’Eco di Bergamo”, al quale – pur essendo oggi in età di pensione – continuo a collaborare sia sul cartaceo che sul sito web. Sono stato addetto stampa di enti pubblici, direttore di Teleorobica, direttore-editore del mensile “Bergamo a Tavola” (1986-1990) poi trasformato in “Lombardia a Tavola” (1990-2002) e poi venduto (oggi vive ancora trasformato in "Italia a Tavola"). Mi sono sempre occupato, oltre che della cronaca bianca della mia città, di enogastronomia e viaggi. Ho collaborato alla Rai-Gr1, vinto premi giornalistici in tutta Italia e scritto qualche libretto, tra cui “La cucina bergamasca – Dizionario enciclopedico” e una Guida dei ristoranti di Bergamo città e provincia. Mi piace l’Italia e tutto quello che di buono e bello sa offrire. Spero, con i miei scritti, di continuare a farla amare da tanti altri lettori. 338.7125981

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.