RICONOSCIMENTO ALLA CARRIERA A GIUSEPPE VACCARINI

Sommelier professionista, fondatore e Presidente di ASPI – Associazione Sommellerie Professionale Italiana, Giuseppe Vaccarini è stato protagonista dell’evento di FeelingFood Milano dedicato all’eccellenza enogastronomica e intitolata “La Festa del Cuoco”. Una serata di scambio culturale e convivialità in cui i 6 grandi chef Sergio Mei, Roberto Okabe, Elio Sironi, Vito Mollica, Ernst Knam e Roberto Di Pinto hanno trasmesso la loro filosofia e coinvolto oltre duecento colleghi da tutta Italia all’insegna della professionalità e della condivisione.

L’evento, nato da un’idea di MGM Alimentari e organizzato con il Patrocinio di Regione Lombardia e la collaborazione di AIME - Associazione Imprenditori Europei, ha visto un importante momento dedicato ai riconoscimenti alla carriera a chi si sia rivelato grande maestro dell’enogastronomia: è il caso di Giuseppe Vaccarini, che, originario del piccolo comune di Miradolo Terme (PV), è oggi emblema della sommellerie a livello internazionale. Una scelta d’obbligo, risultato della sua lunga e premiata carriera, per aver contribuito a dare voce e valore alla cultura enogastronomica italiana nel mondo e per aver trasmesso il suo know-how a quelli che oggi sono grandi professionisti del settore.

Miglior Sommelier del Mondo ASI 1978, già Presidente ASI (dal 1996 al 2004) e AIS, Giuseppe Vaccarini è il fondatore e attuale Presidente di ASPI, l’unica associazione italiana ad essere membro di ASI – Association de la Sommellerie Internationale e l’unica abilitata alla selezione dei candidati italiani per i concorsi continentali e mondiali dei sommelier. Tra le sue numerose esperienze, si ricordano il suo ruolo di Sommelier e poi di Direttore del ristorante di Gualtiero Marchesi a Milano, la gestione, affidatagli dal Ministero degli Affari Esteri, dei servizi di ristorazione per i Capi di Stato per il G7 di Venezia e il G8 di Genova, le decennali collaborazioni con le principali riviste enogastronomiche italiane ed internazionali, le numerose pubblicazioni di libri e manuali, fino alle prestigiose collaborazioni in ambito formativo con l’Istituto Carlo Porta di Milano, l’Università Cattolica del Sacro Cuore, il dipartimento di Enologia di Piacenza, e la SDA Bocconi per il Master in Fine Food & Beverage. Negli ultimi anni Vaccarini è impegnato in Italia per il riconoscimento giuridico della professione di sommelier e in Asia con progetti volti a far conoscere la cucina ed i vini italiani sui mercati esteri.

Il premio, assegnato nel corso della serata anche al grande chef Sergio Mei, è stato consegnato a Giuseppe Vaccarini da Emanuele Monti, Presidente della Commissione Sanità RL, intervenuto per conto del Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana.

«È per me un grande onore ricevere questo riconoscimento - ha dichiarato Giuseppe Vaccarini - è un incoraggiamento a proseguire con il mio lavoro di far conoscere l’alta professionalità e l’eccellenza italiana in campo enogastronomico in tutto il mondo».

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.