RIAPERTO IL MUSEO DEL CENTRO DOCUMENTAZIONE LUSERNA CON TRE NOVITÀ ESPOSITIVE

Riapre - dopo la chiusura imposta dall'emergenza Covid-19 e con tutte le garanzie di sicurezza necessarie - il Centro Documentazione Luserna, importante realtà culturale e museale degli Altipiani Cimbri.
 
Le principali novità di quest’anno saranno rappresentate da tre nuovi eventi espositivi che vanno ad integrare le già numerose sale a disposizione, dedicate a temi storici e naturalistici.
Tre mostre legate dal filo conduttore della montagna come luogo straordinario e fragile, da amare, tutelare e conoscere:

- la mostra "Storia de l'ors", attraverso la ricostruzione di un paesaggio alpino, nel quale sono posizionati numerosi esemplari di orso bruno, documenta la presenza dell'orso nella cultura popolare trentina, dall'antichità fino alla reintroduzione del plantigrado sulle montagne del Trentino;

- la mostra "Solo il vento bussava alla porta" è un omaggio a Flavio Faganello nel quindicesimo anniversario della sua scomparsa, attraverso la selezione di numerose immagini in bianco e nero, provenienti dall'Archivio fotografico provinciale, realizzate da uno dei più grandi fotografi e interpreti del territorio trentino e dei suoi abitanti;

- la mostra "Vivere nelle Alpi. Architettura in legno della tradizione" è un suggestivo percorso, realizzato con l'ausilio di numerosi esempi costruttivi, che documenta l'impiego del legno e della pietra per la realizzazione delle abitazioni su tutto l'arco alpino.

Le altre sale permanenti del Museo raccontano l’origine e le tradizioni della Comunità Cimbra, la fauna degli Altipiani (attraverso meravigliose ricostruzioni di ambienti naturali), aspetti di metallurgia preistorica. Il percorso “Alfabeto della Grande Guerra” costituisce una suggestiva riflessione sul primo conflitto mondiale, impiegando nomi e oggetti di alcuni soldati coinvolti, simboli di una tragedia collettiva.

Il Museo rimarrà aperto tutti i giorni fino all'8 novembre 2020 dalle ore 10 alle 12.30 e dalle 14 alle 18. Oltre al Museo, Luserna offre dei sentieri tematici ispirati alla tradizione cimbra (“Sulle tracce dell’orso”, “Sentiero della Grande Guerra – Dalle storie alla Storia”, “Sentiero cimbro dell’immaginario”, “Sentiero della Primavera”).

Al fine di garantire il rispetto della normativa e di tutte le misure di prevenzione legate all'emergenza Covid19 e consentire l'accesso nel rispetto del numero massimo di visitatori, la direzione favorisce, laddove possibile, la prenotazione online degli accessi che può essere effettuata telefonicamente (0464-789638) oppure via mail (info@lusern.it), in particolare per gruppi di più di 10 persone. Le altre misure di prevenzione e sicurezza saranno documentate in loco e illustrate dal personale in servizio.

Il Centro Documentazione ringrazia gli Enti, le Istituzioni e le persone grazie alla cui collaborazione/sostegno è stata possibile la realizzazione delle mostre.

www.alpecimbra.it
 
 

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.