REPUBBLICA CECA SAN VALENTINO TUTTO L’ANNO

Per sorprendere il proprio partner non occorrono momenti speciali, ma luoghi unici si. Sono tanti gli spunti per una vacanza o un weekend da innamorati in Cechia: scorci pittoreschi, passeggiate romantiche, isole solitarie, giardini in fiore, belvedere per tramonti suggestivi… ma anche localini intimi, ristoranti a lume di candela, poetici alberghetti.

Appuntamento a Praga - Romantica per eccellenza, con le sue atmosfere d’altri tempi, il fiume che le fa da specchio e quell’aura di mistero, Praga è capitale, oltre che di storia e di cultura, d’amore. Qui le coppie non hanno che da scegliere tra infiniti angoli carichi di charme, dove vivere momenti indimenticabili a due.
Se siete in cerca di intimità, meglio spingersi sulla collina di Petrin, sul cui colmo esplode di colori e profumi il Giardino delle Rose e tanti sono i punti panoramici in cui soffermarsi. Romantici anche tutti gli altri giardini della città. A partire da quelli interni al complesso del Castello. Quelli del lato meridionale offrono vedute incantevoli della parte storica della città. Il più grande è il Giardino reale, che incornicia monumenti come la Residenza reale estiva, la Sala della pallacorda e la Corte dei leoni e conserva alberi centenari importati dall'estero. Il Giardino del Castello di Troja è un gioiello barocco: ridondante di statue, pergolati, vasi, gazebi e romantici laghetti.
Se è la privacy che cercate, la bellissima isola di Kampa sul fiume Moldava –punteggiata di scorci pittoreschi ma anche di locali affollati, non fa al caso vostro, ma una puntatina è comunque consigliata, se non altro per attraversare il ponte dell’amore, che si inarca sul ruscello Certovka e porta il carico di centinaia di lucchetti appesi alle sue griglie dagli innamorati. Si dice infatti che se una coppia appende il suo lucchetto al ponte e poi ne getta la chiave in acqua avrà fortuna e amore eterni. Tentar non nuoce…
Sebbene il fascino dei parchi di Vysehrad non sia in discussione, suggeriamo un luogo meno frequentato, dall’altra parte della vallata: il Bastione alla Cappelletta. Si tratta di una parte sapientemente restaurata della fortezza barocca di Praga, oggi dotato di una caffetteria accogliente per una dolce pausa e di un ristorante elegante per una cenetta intima.
Poco lontano, ecco anche il parco inglese di Villa Gröbe e lo storico vigneto di Praga, nella valle di Nusle, dove brindare con un calice di ottimo vino locale.
Per un amore “da vertigini”, perfetta la torre televisiva di Zizkov che, oltre a un belvedere davvero mozzafiato, offre un ristorante di lusso (l’Oblaca) a 66 metri d’altezza e persino una romanticissima suite panoramica a 6 stelle.
 
Mano nella mano, nel verde e tra i fiori - Anche fuori dalla capitale, però, non mancano le occasioni di momenti romantici. Soprattutto se a farvi battere il cuore sono anche le meraviglie della natura, magari plasmate dall’uomo in capolavori verdi e contesti perfetti per dolci passeggiate. Quale cornice migliore allora dei romantici giardini dei tanti castelli del Paese, dove le dame usavano civettare con i loro cavalieri?
A pochi chilometri da Praga, il Parco del Castello di Průhonice è uno dei più grandi parchi naturali d’Europa ed è iscritto nella Lista del patrimonio mondiale dell'Unesco. Una vera e propria oasi da favola, con grandi stagni e chiuse, circa 1600 specie di alberi locali ed esotici e una straordinaria collezione di 8000 rododendri di 100 specie diverse.
Il Castello di Cesky Krumlov, in Boemia meridionale, è a sua volta monumento Unesco. La parte più estesa del complesso è il giardino barocco, trasformato nel XIX secolo in giardino all’inglese. Vale la pena di soffermarsi presso la bellissima fontana a cascata con statue di divinità marine, vasi e allegorie delle quattro stagioni.
In Boemia orientale, invece, non perdetevi i giardini del Monastero di Litomysl, sulla collina che sovrasta la città: splendida vista, un gazebo, aiuole fiorite, una piscina con spruzzi d’acqua e le statue del grande scultore ceco Olbram Zoubek. Una magia sottolineata dalla musica classica in sottofondo e da giochi di luce.  
In Moravia orientale, il Castello di Kromeriz con i suoi favolosi giardini è stato dichiarato dall’Unesco patrimonio culturale e naturale dell’umanità. Il “Giardino dei Fiori” è decorato da aiuole geometriche, labirinti, un colonnato con una galleria di statue, una rotonda con grotte e un pendolo di Foucault. Il “Giardino Sotto il Castello”, un tempo semplice orto, è oggi un capolavoro barocco. Nelle cantine del castello si degustano gli eccellenti vini della Moravia.
Nella Lista Unesco troviamo anche il Paesaggio culturale di Lednice-Valtice, in Moravia meridionale. Il più vasto complesso naturale-culturale del mondo, sfoggia ampi parchi, una serie di laghetti artificiali ed edifici storici immersi nella natura (tenute di caccia, chiese e cappelle), nonché i due magnifici castelli di Lednice e Valtice appunto.  

 

 

 

 

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.