PITTI IMMAGINE UOMO

Il contemporary classic, il debutto di A | X Armani Exchange, le novità di Drumohr, Kired e Sartorio A a Pitti Immagine Uomo a Firenze dall’11 al 14 giugno – Fortezza da Basso.


Contemporary classic nuove sfide per la sezione Pitti Uomo
Dalle aziende che raccontano le evoluzioni del menswear a quelle che reinterpretano il lusso al maschile, l'attenzione si sposta sulle contaminazioni design e sulle connessioni con gli altri mondi del salone. È così che la sezione Pitti Uomo a questa edizione presenta un focus sulle aziende che rappresentano il meglio del contemporary classic, oltrepassando i confini del Padiglione Centrale anche attraverso spazi indipendenti all'interno della Fortezza.Tra i brand protagonisti: A.Testoni, Altea, At.P.Co, Bagutta, Barba Napoli, Barker Black, Begg & Co, Belstaff, Brooksfield, Brunello Cucinelli, Bruno Manetti Cashmere, C+Plus, Casa Fagliano, Cheaney Shoes, Cividini, Cole Haan, CQP, Doucal's, Drake's, Drumohr, Esemplare, Eton, Felisi, Fratelli Rossetti, Ghoud Venice, Hand Picked, Herno, Kired, L.B.M.1911, Lardini, Ludwig Reiter, Manuel Ritz,Mey, Nobis, Paoloni, Paraboot, Paul & Shark Yachting, Piacenza Cashmere 1733, Pt Torino, Roy Roger's, S4 Jackets, Sand Menswear, Sartoria Latorre, Serapian Milano, Serge Blanco, Tagliatore, Tateossian London, Viberg, Xacus. 

A | X Armani Exchange debutta a Pitti Uomo
A Pitti Uomo arriva il Gruppo Armani, che sceglie il palcoscenico della Sala della Scherma per presentare in esclusiva la nuova collezione primavera/estate 2020 di A|X Armani Exchange. Ecco le parole con cui Giorgio Armani racconta l'essenza del brand: «Nel 1991 ho avuto un'intuizione, e l'ho chiamata A|X. Guardando alla realtà della strada, prima che diventasse solo un'altra moda, ho creato abiti metropolitani veloci e accessibili per le giovani generazioni o per le persone con una mentalità giovane. Lo spirito persiste ancora oggi in abiti e accessori che accelerano verso un ritmo urbano mantenendo la quintessenza dello stile del Dna Giorgio Armani». 

Drumohr vola al Piano Attico
Non solo maglieria di alto livello, come è scritto nella storia di uno dei più celebrati marchi scozzesi. Drumohr, fondato nel 1770 nelle Highlands e recentemente divenuto italiano, arriva a Pitti Uomo con una serie di novità che coniugano la tradizionale eleganza con un'allure più sportiva. La nuova Capsule Swimwear e la linea I-Drumohr condividono con gli iconici filati uno spazio tutto nuovo al Piano Attico del Padiglione Centrale: 110 mq dal design pulito, studiato per lasciar parlare il prodotto esprimendone l’heritage e l’altissima qualità. 

Kired e Sartorio, passione italiana
È un connubio felice quello che vede protagonisti KIRED e SARTORIO, due brand che insieme raccontano i tratti distintivi del made in Italy. Eccellenza artigianale e innovazione per Kired, marchio emiliano specializzato in capispalla. Tradizione sartoriale e modernità per Sartorio, azienda nata a Napoli e affermata a livello globale. In un nuovo spazio, al Cavedio del piano inferiore del Padiglione Centrale, i due brand presenteranno per la prima volta le proprie novità per il guardaroba maschile.  

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.