PER LA TUNISIA I VIAGGIATORI ITALIANI RIENTRANO NELLA ZONA VERDE

A partire da oggi 27 giugno la Tunisia apre le sue frontiere ai viaggiatori internazionali. Nell’ambito delle misure di prevenzione della diffusione di Covid-19 e in conformità ai principi di flessibilità e adattamento nell’attuazione della strategia nazionale per combattere Covid-19, tra le buone notizie spicca l’ingresso dell’Italia nel cosiddetto gruppo verde (bassa prevalenza dell’epidemia).

Ciò significa che i viaggiatori italiani sono e saranno sempre i benvenuti in Tunisia e potranno entrare nel paese senza alcun tipo di restrizione.

Nel momento in cui il mondo sta gradualmente uscendo dal suo torpore e il desiderio di fuga ed esotismo è sentito più che mai, la Tunisia ha predisposto un programma per la sicurezza sanitaria e il benessere dei visitatori. A tal proposto l’Ente nazionale del turismo tunisino ha realizzato un video esplicativo sottotitolato in italiano per illustrare le misure igieniche e di distanziamento adottate nell’ambito del protocollo tunisino sulla salute del turismo «Ready and Safe».

Questo protocollo, stabilito in conformità con le raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e le linee guida della sicurezza sanitaria nazionale, è oggi adottato da tutti coloro che sono professionalmente interessati e coinvolti nel settore del turismo in Tunisia.
Sono già state predisposte le misure necessarie per garantire i migliori standard di sicurezza ai viaggiatori che sceglieranno la Tunisia come meta per le loro vacanze.

Link https://youtu.be/GqsEwtf97lU

www.discovertunisia.com

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.