PASQUA CON L'HOME CHEF E AGNELLO DOGAJOLO

E' Andrea Golino, home chef, ma non solo, visto che è patron anche di un delizioso bistrot in miniatura, ma con dehor, nella Capitale, Golinos il nome. Un bistrot dove la cucina è ben più grande della sala. E questo la dice lunga sull'approccio al cibo.

Andrea Golino di ricette ne ha tante da proporre ma  una iconica per la Pasqua, che guarda anche oltre nel mondo ed è perfetta per tutta la primavera visto che lo Chef  ama i sapori e si definisce "incursore di gastronomia esotica e cucina del mondo". E allora ecco  l'agnello cucinato a kebab con  accanto o sopra una carezza lieve, una salsa di yougurt e menta.

Golino è uno di quei cuochi che conosce anche i vini, che non li considera ancillari ad un piatto, di solo accompagno, ma che talvolta al contrario parte proprio dal vino per decidere un piatto.

E in questo caso del vino che ha scelto ha anche dato il nome al piatto giocando con quel tono, quell'espressione tipicamente toscana di meraviglia e piacere stupito  e chiamando il piatto Agnello Dogajolo! E il Dogajolo Toscano Rosso I.G.T. Carpineto mantiene le promesse. Quasi facendone un divertente calembour.

Già perché mai come in questi giorni anche ad un piatto, ad una ricetta, chiediamo di regalarci piccole evasioni, distrazioni. Nutrire anche la fantasia. E ad un vino di portarci lontano, rinfrancarci e regalarci leggerezza. Se non felicità.

 

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.