OMIO RIVELA LE TRATTE VELOCI E SOSTENIBILI CON IL TRASPORTO TERRESTRE

Il tema della sensibilità ambientale è sempre più sentito a livello globale e rappresenta un fattore sempre più cruciale quando si viaggia, in particolare nella scelta dei mezzi di trasporto per raggiungere la propria destinazione. Omio, la piattaforma e app di viaggio che consente di prenotare treni, autobus e voli aerei, ha messo a confronto le diverse tipologie di trasporto disponibili in alcune delle tratte europee più frequentate. Il risultato? In molti casi il treno (e talvolta l’autobus) rappresenta non solo la scelta più ecologica, ma anche quella più veloce.
 
Analizzando alcune tra le tratte europee più popolari percorribili sia in aereo che con i trasporti pubblici terrestri, Omio ha identificato 25 tratte in Europa dove è preferibile scegliere il treno o l’autobus piuttosto che l’aereo.
 
La ricerca rivela che, ad esempio, il treno da Londra a Bruxelles consente ai viaggiatori di risparmiare 3 ore e 8 minuti e 30 kg di CO2 (50% in meno). Il treno risulta conveniente anche per la Parigi-Marsiglia, che si aggiudica il primato come tratta più ecologica in quanto consente di risparmiare 68 kg di CO2 rispetto all’aereo (il 55% in meno) e di guadagnare 110 minuti.
Allo stesso modo, in Italia è preferibile scegliere il treno se si viaggia da Roma a Firenze (135 minuti e 21 kg di CO2 risparmiati (pari al 54%), da Roma a Bologna (98 minuti e 28 kg di CO2 in meno, ossia il 53%) e da Roma a Pisa (74 minuti e 25 kg di CO2 in meno, il 55%).
 
Anche l’autobus rappresenta una scelta valida: la tratta Roma-Napoli su strada è quella che consente di risparmiare più tempo in assoluto a livello europeo (oltre un’ora) e 22 kg di CO2 (68% in meno), seguita da Parigi-Bruxelles e Vienna-Budapest, dove il treno impiega rispettivamente 66 e 57 minuti in meno rispetto all’aereo, mentre i kg di CO2 risparmiati sono 30 (67%) e 25 (69%).
 
Per prenotare viaggi in tutta Europa visitare il sito: https://www.omio.it/

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.