MICE 17 BUYER EUROPEI IN EMILIA ROMAGNA

La ricchezza dell’offerta congressuale dell’Emilia Romagna sarà al centro, dal 12 al 14 ottobre, di un’iniziativa promozionale con 17 buyer di 8 paesi coordinata da Apt Servizi Emilia Romagna.
I buyer, rappresentanti di Agenzie di organizzazione di eventi, provengono da: Austria (1), Spagna (3), Belgio (2), Francia (3), Polonia (3), Germania (3), Repubblica Ceca (1), Svizzera (1).
Dal pomeriggio di sabato 12 ottobre alla mattina del 14 il programma prevede due educational tour in Regione (il primo in Emilia, il secondo in Romagna) ed un Workshop, con la presenza di 12 operatori emiliano romagnoli, nel pomeriggio del 14 ottobre a Palazzo di Varignana (Castel San Pietro Terme-Bo).

Saranno presenti: Batani Select Hotels (Cervia-Ra); Bologna Visitors & Convention Bureau; Convention Bureau della Riviera di Rimini, Food In Tour (Riccione-Rn), Food Valley & Travel (Parma), Grand Hotel Salsomaggiore, IF Imola Faenza Tourism Company, Modenatur, Palariccione, Promhotel (Riccione-Rn), Parma Incoming, Reggio Tricolore.

Il gruppo di 17 buyer si ritroverà a Bologna nel pomeriggio del 12 ottobre per un tour guidato della città per poi dividersi e partecipare ai due educational tour in Regione.
Nel primo eductour, che toccherà i territori di Modena e Parma, saranno presenti 9 buyer esteri provenienti da: Austria (1), Spagna (3), Polonia (2), Belgio (1), Germania (1), Svizzera (1). Dopo l’arrivo a Modena il gruppo farà una breve visita al centro storico con le sue bellezze Unesco. Il giorno successivo il programma prevede tappe al Museo Enzo Ferrari di Modena e al Museo Ferrari di Maranello, in un’Acetaia di produzione di Aceto Balsamico Tradizionale a Formigine (Mo), in un prosciuttificio di Langhirano (Pr). Nella mattinata di lunedì 14 ottobre è prevista una visita guidata al centro storico di Parma, Capitale Italiana della Cultura nel 2020.

Il secondo educational tour toccherà Imola, Rimini e la Romagna e vedrà presenti 8 buyer esteri provenienti da: Belgio (1), Francia (3), Germania (2), Repubblica Ceca (1), Polonia (1).

Nella serata del 12 ottobre il gruppo raggiungerà, nei pressi di Faenza (Ra), il Relais Villa Abbondanzi (struttura dove è possibile ospitare eventi) e, il giorno seguente, sono previste tappe all'Autodromo di Imola (dove nel weekend si corre la Peroni Race) e in un’azienda vitivinicola di Castel Bolognese (Ra), che organizza visite guidate per piccoli gruppi con assaggi dei loro vini. I buyer saranno poi coinvolti, in un agriturismo vicino a Santarcangelo di Romagna (Rn), in un corso di cucina dedicato alla preparazione della piadina romagnola, e in una visita alla località.
Nella mattinata del 14 ottobre, a Rimini, è prevista una visita interattiva della città dove i partecipanti riceveranno, attraverso un gioco di domande e risposte con la guida che li accompagnerà, nozioni sulla storia riminese. Il tutto con un’attenzione particolare al centenario della nascita del regista Federico Fellini del prossimo anno.

Nel 2018 sono stati oltre 4 milioni e 800mila i partecipanti a incontri, meeting, congressi, convention, che hanno prodotto circa 6,5 milioni di presenze per un giro d’affari di circa un miliardo di euro: il 20% del fatturato complessivo del turismo in Emilia Romagna.
E’, questa, la fotografia del turismo MICE (Meeting, Incentive, Congressi ed Eventi) in Emilia Romagna in base ai dati dell’Osservatorio sul turismo congressuale in Emilia-Romagna promosso da Apt Servizi Emilia-Romagna e realizzato in collaborazione con il Centro Avanzato di Studi sul Turismo del Campus di Rimini - Università di Bologna.
I dati del rapporto 2018 evidenziano una buona salute del sistema congressuale regionale con una rete di strutture ben distribuita nei tre distretti di Bologna (con le province di Ferrara e Modena); Parma (con le province di Piacenza e Reggio Emilia) e Rimini (con Ravenna e Forlì Cesena).
Complessivamente in questi tre Distretti sono state censite 1121 strutture specializzate (tra alberghi, centri congressi, sale in poli fieristici, dimore storiche, sedi istituzionali, arene, centri sportivi, teatri, cinema, auditorium) dove, ogni anno, sono organizzati mediamente 53mila eventi.
Il Progetto regionale MICE continua a valorizzare l’offerta congressuale e sostenere le attività messe in atto dagli operatori per rafforzare la regione come una della destinazioni leader per la Meeting Industry.

 

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.