L'OSTERIA PERILLÀ APRE IN OCCASIONE DI BENVENUTO BRUNELLO

Per Benvenuto Brunello, che si svolgerà a Montalcino dal 20 al 24 febbraio prossimi, l’Osteria Perillà di Rocca d’Orcia interrompe il suo periodo di chiusura per rendere omaggio al grande rosso di Toscana.

Un’apertura straordinaria per la quale lo chef Marcello Corrado ha studiato appositamente quattro intriganti percorsi del gusto. I clienti potranno scegliere i piatti dai vari menu per crearsi la propria carta:

QUI, un menu per chi ama la carne, dove selvaggina, foie gras, uova e paste della tradizione, con tocchi creativi di verdure e frutta, esaltano i sapori invernali e del territorio. Tra i piatti imperdibili la Lepre in Dolceforte e i Cappelletti al parmigiano “Vacche Rosse” 48 mesi, crema di zucca gialla mantovana e aria di spezie. (95,00€)

LÀ, dove pesci, molluschi e crostacei si sposano con suggestioni internazionali e inaspettate incursioni vegetali. Baccalà a 60° con tuberi e radici, plin di astice in brodo di gallina vecchia profumata all’arancia o il carciofo quasi alla romana sono alcune portate di un menu che stupirà per gli abbinamenti insoliti e mai scontati (105,00€)

QUI E LÀ, il meglio dei due menu per lasciarsi sorprendere guidati dal guizzo creativo dello chef. (130,00€)

A’ LA CARTE
Una scelta di due portate a piacere dai menu degustazione (70€.)

Il restaurant manager e sommelier Tiziano Siggillino è pronto a suggerire abbinamenti con le numerose etichette di Brunello della cantina, accanto ai vini del Podere Forte come il Petrucci, il Guardiavigna e il Petruccino. I clienti saranno guidati in un viaggio di accostamenti e abbinamenti per gustare appieno le emozioni scaturite dai piatti dello chef.

 

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.