L'ISTITUTO INTERNAZIONALE DI ELICICOLTURA PROTAGONISTA A TREVISO E AL MERANO WINE FESTIVAL

Il 9 e 10 novembre 2019 è stato un fine settimana decisamente impegnativo per l'Istituto Internazionale di Elicicoltura, che è sbarcato a Treviso per il seminario “L'economia elicoidale della chiocciola” e contemporaneamente al Merano Wine Festival, l'importante vetrina enogastronomica altoatesina. Due eventi significativi, seppur in ambiti diversi: a Treviso il focus sulla normativa di settore, a Merano una vetrina d'eccellenza su enogastronomia e cosmetica.

“L'economia elicoidale della chiocciola” è stato il tema del seminario che si è svolto presso la sede della Provincia di Treviso e che ha visto al tavolo un proficuo confronto tra il mondo politico e quello tecnico. Dopo un incontro tra il presidente dell'Associazione Nazionale Elicicoltori, Simone Sampò, il vice Donato Mangino e il senatore Giampaolo Vallardi, presidente della Commissione Agricoltura del Senato, è emersa la necessita di una legislazione chiara in materia di elicicoltura. Vallardi, in collaborazione con l'Istituto Internazionale di Elicicoltura, ha presentato il 28 ottobre scorso il disegno di legge “Disposizioni sul commercio delle chiocciole e della bava di lumache”.

Se a Treviso l'intervento è stato tecnico, al Merano Wine Festival i tanti presenti hanno potuto “toccare con mano” l'eccellenza, sia in campo gastronomico che nella cosmesi. Chiocciola Metodo Cherasco è stata protagonista in tavola nel Menu del Gran Galà della manifestazione. Lo straordinario mollusco è stato interpretato dallo chef Roberto Ottone. A descrivere le peculiarità del prodotto e le sue declinazioni nei vari settori di trasformazione il presidente dell'Istituto Internazionale di Elicicoltura, Simone Sampò che ha sottolineato il forte legame tra Chiocciola Metodo Cherasco e il mondo del vino: “Il rapporto col vino nasce innanzitutto dal fatto che la nostra sede, Cherasco, è nel cuore delle Langhe, terra che regala prodotti straordinari. Il mondo vitivinicolo ha contribuito molto alla nostra filosofia e allo spirito con cui guardiamo il lavoro. Dopo lo scandalo che ha coinvolto il mondo del vino a fine anni Ottanta, un gruppo di produttori ha deciso di puntare tutto sulla qualità, applicando innovazioni tecniche, narrando fatiche ed entusiasmi, rinnovando lo storytelling del settore. E' partendo da questi esempi virtuosi che abbiamo intrapreso la strada che ha portato alla creazione del Disciplinare Chiocciola Metodo Cherasco, realizzato grazie anche al prezioso contributo dell'Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo. Il Disciplinare, con i suoi 6 Fondamentali, disegna il percorso per la produzione di chiocciole di alta qualità”. Una qualità che si sente nel piatto ma non solo. E' una filosofia che, sposando in primo step l'Economia Circolare, dove “l'output diventa input”, va oltre, arrivano all'Economia Elicoidale: ogni elemento della chiocciola non solo è pienamente utilizzabile, ma origina altra economia, esattamente come la spirale della chiocciola.

Sarà proprio l'Economia Elicoidale il filo conduttore dell'Helix 2020, il Festival che si terrà a Cherasco (Cuneo) il prossimo anno e che darà, partendo dall'elicicoltura, darà ampio spazio agli esempi virtuosi di altre imprese che, in vari settori, promuovono gli stessi valori di sviluppo sostenibile e propensione all'innovazione.

 

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.