LE TORTE DI GIADA #PERDIREGRAZIE

Quindici  wedding cake da donare ad altrettante future spose delle città di Bergamo, Brescia, Cremona e Verona impegnate negli ospedali

Tutti gli italiani sono stati messi a dura prova a causa dell’emergenza sanitaria che ha piegato il Paese. Ma in ogni parte della penisola stiamo assistendo ad atti di coraggio e di forza, in particolar modo da parte del personale sanitario che lotta quotidianamente affinché il Covid-19 sia debellato.

A sostegno delle donne che lavorano senza sosta negli ospedali italiani nasce l’iniziativa di Le Torte di Giada #PerDireGrazie: a 15 future spose tra la provincia di Bergamo, Brescia, Cremona e Verona che lavorano nelle strutture sanitarie e contribuiscono ogni giorno a fronteggiare la crisi attuale, regalerà la torta di nozze, studiata da Le Torte di Giada per celebrare un momento magico e l’inizio di un nuovo cammino.

Un atto di vicinanza e di gratitudine per dottoresse ed infermiere, un piccolo gesto dedicato a queste donne meravigliose che stanno fronteggiando con tantissimo coraggio l’emergenza, in particolare a quante hanno in programma di realizzare il sogno del matrimonio tra giugno e il 31 dicembre 2020.

Le Torte di Giada ha scelto di donare la wedding cake per il loro giorno speciale con l’intento di lanciare un messaggio di speranza: in un momento in cui queste donne sono in prima linea, lavorando fino a 20 ore al giorno, mettendo la propria vita a disposizione di quella altrui, l’augurio è che queste future spose possano tornare, come tutti, a ripensare ad una vita normale e riprendere, con gioia, i preparativi delle loro nozze.

A loro guarda Le Torte di Giada, pronta ad affiancarle in un giorno speciale, nella convinzione che a partire dalla propria iniziativa anche altri operatori e altre aziende possano affiancarsi.

http://www.tortedigiada.com

 

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.