LE FESTE DI HALLOWEEN AL CASTELLO DI GRUMELLO

Torna l’appuntamento con una delle feste più attese dell’anno. Al Castello di Grumello va in scena Halloween con un doppio programma: una giornata pensata per le famiglie con i bambini, una serata dedicata a chi non conosce limiti d’età in quanto a voglia di mettersi in gioco e divertirsi. Il tutto è in calendario in una residenza particolarmente suggestiva e adatta ad ospitare eventi di questo tipo. Il maniero di Grumello del Monte (BG), in Valcalepio, è tutto da vedere e da scoprire: fondato a partire dal XIII secolo vanta una storia ricca di aneddoti e curiosità.

LA GRANDE FESTA DEL PLENILUNIO - Protagonisti sono i bambini. Per festeggiare in modo davvero originale l’evento il Castello di Grumello propone ai bambini (di età compresa fra 5 e 13 anni) di trascorrere un’avventura fantastica che li lancia perfettamente nel clima di Halloween. I piccoli visitatori del maniero vengono tutti vestiti con speciali costumi a tema e diventano protagonisti e primi attori di una storia incredibile da vivere insieme agli animatori della Compagnia San Giorgio e il Drago. Il format del gioco-avventura recita che la luna è ormai piena ed è tempo di festa per tutti i popoli delle Terre di “Eledin”. Elfi e fate, streghe e stregoni, maghi e fauni sono giunti a corte per celebrare la grande festa del plenilunio. Ma durante i preparativi si scopre che un enorme meteorite potrebbe oscurare il cielo e dare il via libera alle tremende “creature della notte”. Tutti i bambini partecipano così alla sfida per far vincere le forze del bene. Il tutto mentre i genitori si rilassano con una visita all'antico maniero e alle sue cantine plurisecolari (con degustazione vini).
“La grande festa del plenilunio”, domenica 27 ottobre ore 15-18, prenotazione obbligatoria al 348.30.36.243, ingresso: bambini con biglietto prepagato 20 euro (ticket saldato direttamente alle casse nel giorno dell’evento 25 euro), adulti 15 euro (per visita al castello e degustazione vini).
 
IL CONVENTO DEI MISTERI - Un luogo misterioso arroccato sulle prime colline bergamasche, in Valcalepio, terra di grandi vini e di grandi misteri. E così quella che doveva essere una semplice cena per pellegrini, consumata nella foresteria a fianco della vecchia Cappella dei Frati, si trasforma in una nottata tinta di rosso, dando vita a un’incredibile “cena con delitto in costume”. All’ombra dell’Inquisizione, in una strenua lotta tra il bene e il male, i pellegrini commensali del Castello saranno guidati da un saggio frate per cercare di risolvere il mistero. E capire chi è il colpevole di un tanto efferato omicidio che si è consumato, all’insaputa di tutti, fra le mura del maniero. Un’esperienza davvero unica e irripetibile che lascerà col fiato sospeso anche i più scettici. E nel frattempo verranno soddisfatti pure i piaceri della gola con piatti a tema fatti oggi con le stesse ricette che si usavano nei secoli passati.
“Il convento dei misteri”, giovedì 31 ottobre a partire dalle ore 18 per chi vuole visitare il maniero e le sue cantine. Vestizione alle ore 19; a seguire la cena. Costo: 60 euro. Prenotazione e prepagamento obbligatori chiamando il 348.30.36.243.
 
Castello di Grumello, cell. 348.30.36.243, e-mail: angela.romano@castellodigrumello.it  www.castellodigrumello.it

 

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.