L'AGRICOLTURA LA CHIAVE PER RICOSTRUIRE POSTI DI LAVORO

Carlo Triarico, presidente dell’Associazione Agricoltura Biodinamica, ha lanciato un appello sul futuro dell’agroalimentare italiano, in una conferenza stampa streaming con la Stampa estera: “L’Italia è il primo paese agricolo europeo. Ha realizzato nel 2018, secondo Eurispes, il maggior valore aggiunto della produzione agricola UE (Italia 32,2 miliardi, Francia 32,1). Dato confermato nel 2019 secondo i dati Istat (Italia 31,9 miliardi, Francia 31,0).

Siamo i primi produttori dei principali prodotti ortofrutticoli, del maggior numero di produzioni tipiche e il leader mondiale dei prodotti biologici e biodinamici (questi totalizzano nel 2018 4 miliardi nel mercato interno e 2,2 miliardi di export).

Se si ferma l’agroalimentare italiano è un colpo mortale per l’UE. Per questo serve immettere urgentemente, attraverso la conversione radicale della PAC, denaro in Italia a supporto del lavoro agricolo e della filiera virtuosa e solidale, garantendo la remunerazione degli agricoltori su piani di azione agroecologica.

Le aziende del biologico e biodinamico sono oggi in prima linea per garantire in continuità un’alimentazione adeguata e sana, nelle condizioni di precarietà e scarsità che l’epidemia detta all’intero del sistema agroalimentare.

Lo saranno ancora più nella recessione che seguirà l’epidemia, quando l’agricoltura diverrà la chiave per ricostruire l’occupazione e la bioagricoltura sarà risorsa essenziale per la rinascita del modello agricolo italiano, immagine buona e sana d’Europa”.

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.