La Sicilia del vino che non è solo vino

A Santa Venerina, piccolo paese ai piedi dell’Etna, dal 1870 esiste la Distilleria Russo Siciliano: Salvatore, Alfio, Giuseppe e Ignazio Russo erano depositari dell’antica tradizione di famiglia della raccolta di vinacce.

 

 

La Sicilia del vino che non è solo vino, perché in Sicilia i distillati e le grappe si fanno almeno da 150 anni, nessuno si è inventato niente. A Santa Venerina, piccolo paese ai piedi dell’Etna, dal 1870 esiste la Distilleria Russo Siciliano: Salvatore, Alfio, Giuseppe e Ignazio Russo erano depositari dell’antica tradizione di famiglia della raccolta di vinacce. Negli anni 50, il coraggio imprenditoriale di Giuseppe trasforma un'azienda che si era occupata fino ad allora di trasformare i sottoprodotti della vinificazione, in un vero e proprio brand, capace di competere con le grandi aziende nazionali.Il Brandy, il Distillato del Vino Siciliano, le grappe, l'acquavite del frutto tipico del ficodindia diventano, negli anni 60, prodotti con un'identità specifica, unica, che parlano della Sicilia e delle eccellenze firmate Russo Distilleria.

Da qualche mese l'azienda etnea è entrata, come rappresentante della Sicilia, nel Consorzio Nazionale di Tutela della Grappa: - “Siamo orgogliosi di questo riconoscimento – racconta Anna Maugeri Russo, mente e cuore pulsante dell’azienda – l’ingresso nel Consorzio è una tappa importante per noi, oggi la Distilleria Russo è attualmente l’unica, in tutta la Sicilia orientale, a distillare in proprio. Noi produciamo undici grappe monovitigno e andiamo alla ricerca delle vinacce migliori, nei luoghi più impensabili”.

Le grappe e i distillati Russo vengono esportati in gran parte dell’Europa, in Canada, Giappone, Brasile, Colombia, in Sud Africa, in Australia e in molti altri paesi.

Anna Maugeri Russo è l’artefice di un rinnovamento che sottolinea l’impronta femminile:- “Il mio obiettivo, fin da subito, è stato quello di indirizzare l’azienda verso i valori di inclusione. L’impresa è un organismo vivo che deve dialogare con il territorio, con l’habitat in cui vive. Abbiamo già diverse collaborazioni con l’Università di Catania e vogliamo realizzare una vera e propria accademia, qui a Santa Venerina. La distilleria Russo rappresenta un pezzo di storia, e vogliamo che sia aperta alla formazione di studenti, per essere punto di riferimento anche per altre aziende. La cultura deve essere un valore condiviso anche dalle imprese del territorio”.

Vincitrice dell'Alambicco d'Oro con la grappa dell'Etna, le distillerie Russo si fondano su una ricerca accurata delle materie prime locali: dal Limone Igp dell'Etna per il limoncello e succo 100% di fico d'india per l’Acquavite di fico d'india. Il prodotto di punta è Zagaro, prodotto grazie all'infusione in alcol di Arance di Ribera Dop ed erbe dell'Etna, che può essere gustato sia da solo o personalizzato con la loro linea di prodotti InVento, diciotto aromi spray dalle note fruttate, floreali e speziate. "InVento è un profumo essenziale edibile - prosegue la Maugeri – dal basilico alla ginestra, dal gelsomino al cioccolato di Modica, basta spruzzarne un poco, su qualunque cibo ed ecco il tuo aroma completamente naturale. E poi c’è l’ultimo arrivato Bianconeve, che abbiamo presentato al Vinitaly di quest’anno. Un vero successo! E, scusate la presunzione, come si fa a resistere a una delicatezza al sapore di cannolo siciliano, un liquore candido come la neve, dove l’alcool incontra il la ricotta e la panna.

0 Commenti

Lascia un commento

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy

Paola Carella

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.