LA GARFAGNANA TRA NATURA, COCCOLE BEAUTY E BUON CIBO AL RENAISSANCE TUSCANY IL CIOCCO RESORT & SPA

Situato in un angolo nascosto e magico della Toscana, il Renaissance Tuscany Il Ciocco Resort & Spa è il rifugio perfetto per concedersi un break autunnale per riscoprire la natura, il territorio e dedicarsi alle proprie passioni, regalandosi un weekend di relax. Immerso in un parco di 600 ettari e in una posizione privilegiata sulla verdeggiante Valle del Serchio, il Resort offre ai propri ospiti una ricca proposta gastronomica per apprezzare i prodotti di stagione e visitare le cantine del territorio, proprio nel periodo della vendemmia, oltre che una remise en forme, grazie agli esclusivi trattamenti a base di vinaccia proposti dalla Beauty Spa.

Per coloro che non vogliono rinunciare al relax e al benessere, la Beauty Spa dell’hotel offre trattamenti rigeneranti esclusivi a base di vinaccia, come il Grape Tasting Treatment. Un'altra coccola che ci si può concedere presso la Spa del Resort è il Wine Ritual, un trattamento di coppia che include uno scrub ad azione stimolante la circolazione del corpo, seguito da un inebriante bagno di Vino.
 
Per chi invece ha uno spirito d’avventura irrefrenabile, sono numerosi i sentieri immersi nella natura e facilmente raggiungibili dall’hotel, percorribili in bici o a piedi, per ammirare i meravigliosi colori del foliage.
Tra le proposte per gli amanti della bicicletta, l’itinerario che raggiunge il Lago di Vagli è tra i più amati. Se invece si preferisce un tragitto da percorrere a piedi, la scelta è ancora più ampia: tra le proposte, il Sentiero dell’Ariosto e il Giro del Diavolo sono due delle passeggiate consigliate a tutti, dato il basso livello di difficoltà degli itinerari.
 
Per chi vuole vivere il territorio “a tavola”, il Renaissance Tuscany Il Ciocco Resort & Spa delizia i loro palati dei suoi ospiti con una cena tipica toscana presso il ristorante La Veranda del Resort, sapientemente ideata dallo Chef Simone Cavani, originario di Barga, che svelerà nei piatti proposti tutti i segreti della cucina garfagnina. Nel periodo autunnale, lo chef propone ingredienti di stagione, con un ricco menù a base di castagne, che prevede specialità della regione. Tra le portate, conchiglie di grano tenero con castelmagno, castagne e polvere di funghi; ravioli di castagne all’ olio nuovo e parmigiano; coniglio in porchetta farcito al lardo e castagne e, come dessert, semifreddo alla castagna su crema inglese al rhum.
Inoltre, il Resort offre l’opportunità di prendere parte a una cooking class personalizzata con lo Chef, che guiderà i partecipanti nella realizzazione di un menù a tre portate proposto dallo Chef, seguito da una cena per la degustazione dei piatti realizzati accompagnata dal vino locale.

A coronare il soggiorno toscano, gli amanti del vino e dell’enologia potranno assaporare le specialità locali durante il Wine Tasting presso il Podere Concori, un’azienda vinicola situata nel parco che circonda la struttura, nota per la produzione di vino biodinamico e la pratica della vendemmia in modo naturale all’interno dei tini. In autunno, solo le donne possono entrare nei tini e pestare l’uva, provando un’esperienza davvero unica e divertente. Inoltre, gli ospiti avranno la possibilità di intraprendere un viaggio alla scoperta delle cantine toscane percorrendo dei tratti della Strada del Vino e dell’Olio di Lucca, Montecarlo e Versilia, un tragitto che ripercorre la tradizione enologica nei dintorni di Lucca, dove è possibile visitare numerose cantine che propongono degustazioni dei loro vini.
Da non perdere nella prima settimana di settembre, è il Salotto del Vino e del Verde di Montecarlo, un borgo facilmente raggiungibile dall’albergo, che come ogni anno, in occasione dell’evento, offre numerose degustazioni delle eccellenze culinarie lucchesi, accompagnate dai vini Montecarlo D.O.C. prodotti da 14 aziende vinicole del territorio.

https://www.marriott.it/lcvbr

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.