La felicità ha il sapore della salute, i consigli di Fusari e Fontana

Dal 23 maggio in libreria il libro scritto da Luigi Fontana e Vittorio Fusari: scienza e cucina s’incontrano sotto il segno di Slow Food Editore


Arriva in libreria un’importante novità editoriale firmata Slow Food, La felicità ha il sapore della salute. La via della longevità tra scienza e cucina il libro, unico nel suo genere, frutto dell’incontro tra il medico e scienziato Luigi Fontana, tra i massimi esperti internazionali nel campo della longevità, e lo chef Vittorio Fusari (nella foto), da molti anni protagonista della scena gastronomica italiana.
Il libro sarà in vendita in libreria dal 23 maggio, mentre è già disponibile sullo store on line di Slow Food Editore.


Fontana, professore ordinario di Medicina e nutrizione presso l’Università degli Studi di Brescia e la Washington University di Saint Louis, e Fusari, grande cuoco ma prima ancora filosofo del cibo, ci accompagnano in un viaggio che parte dalla ricerca della salute, del benessere, della longevità appunto, esaltando al contempo il gusto del buon cibo, il piacere di dedicarsi alla cucina, la sostenibilità delle nostre scelte quotidiane.

La felicità ha il sapore della salute, ci invita a riflettere sul nostro rapporto con il cibo, su quanto lo conosciamo, su come possiamo riprenderci il tempo da dedicare al più prezioso alleato della nostra salute. Ma attenzione, Fontana non ci suggerisce regole complicate o metodi che appesantirebbero eccessivamente le nostre vite, rubandoci la gioia di cucinare e consumare cibi sani e gustosi. Bando quindi alla bilancia e al conteggio delle calorie, a ricette prive di gusto e alle porzioni striminzite!


La proposta del ricercatore è quella di adattare il nostro quotidiano, passo dopo passo, a una lenta rivoluzione. Come fare? Il volume, dopo le basi scientifiche necessarie suggerirà di tornare in cucina, al mercato, dai produttori, dai contadini, di dedicarci all’autoproduzione per recuperare quella conoscenza del cibo fondamentale per la nostra salute e quella dell’ambiente in cui viviamo. Diventa dunque facile sfatare tutte quelle irrazionali credenze modaiole orchestrate ad arte dai maestri del marketing alimentare: le diete iperproteiche, quelle vegetariane o filosofiche, le diete commerciali e gli integratori, sono tutte scorciatoie che confondono il nostro organismo come in una pazza giostra.


Conoscere, scegliere, meditare e poi sperimentare: questa è la ricetta giusta. Seguendo le indicazioni scientifiche di Luigi Fontana, Vittorio Fusari ha plasmato la materia creando una cinquantina di favolose ricette capaci di nutrire non solo il corpo ma anche lo spirito. E si capisce bene come, banchettando a una tavola del genere, persino il digiuno e la restrizione calorica entreranno naturalmente a far parte del nostro vissuto, contribuendo a costruire un pezzo importante della nostra personale felicità.

A impreziosire il volume, una piramide alimentare rivista in base agli studi e adattata alle dinamiche delle nostre vite attuali, un compendio dei principali alimenti – dai cereali alle verdure e alla frutta, dalla carne ai legumi, dal pesce alla frutta secca, dal sale agli oli per condire, fino ai dolciumi – che introducono le Ricette di Vittorio e una corposa appendice con i consigli per fare la spesa, seguire la stagionalità di frutta e verdura, le regole per scegliere il pesce e le ricette delle preparazioni di base. Insomma: un saggio che ci svela i segreti della longevità, un ricettario di cucina d’autore e un manuale per fare la spesa in modo intelligente!
La felicità ha il sapore della saluteLuigi Fontana e Vittorio FusariSlow Food EditoreCollana: Slow Life
Pagine: 400
Prezzo al pubblico: 19,50 €
Prezzo online: 16,58 €
Prezzo soci Slow Food: 13,65 €

0 Commenti

Lascia un commento

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy

Roberto Vitali

Laureato in Lettere alla “Cattolica” di Milano, ho cominciato durante l’università a scrivere per il quotidiano della mia città, “L’Eco di Bergamo”, al quale – pur essendo oggi in età di pensione – continuo a collaborare sia sul cartaceo che sul sito web. Sono stato addetto stampa di enti pubblici, direttore di Teleorobica, direttore-editore del mensile “Bergamo a Tavola” (1986-1990) poi trasformato in “Lombardia a Tavola” (1990-2002) e poi venduto (oggi vive ancora trasformato in "Italia a Tavola"). Mi sono sempre occupato, oltre che della cronaca bianca della mia città, di enogastronomia e viaggi. Ho collaborato alla Rai-Gr1, vinto premi giornalistici in tutta Italia e scritto qualche libretto, tra cui “La cucina bergamasca – Dizionario enciclopedico” e una Guida dei ristoranti di Bergamo città e provincia. Mi piace l’Italia e tutto quello che di buono e bello sa offrire. Spero, con i miei scritti, di continuare a farla amare da tanti altri lettori. 338.7125981

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.