ITALIA NEL BICCHIERE - PARTICOLARE BRUT PARTICOLARE BRUT ROSÈ VASARIO CERCATOJA DELLA TENUTA DEL BUONAMICO

La Tenuta del Buonamico è situata a Sud-Ovest di Montecarlo (Lu), nella zona di Cercatoia, copre un’area di circa 100 ettari, 45 dei quali con vigneti specializzati. L’azienda è stata fondata agli inizi degli anni ’60 da famosi ristoratori torinesi allo scopo di rifornire i loro locali con i vini di Montecarlo. Oggi la Tenuta, di proprietà della famiglia Fontana, è stata ampliata sia come terreni vitati che come cantina. Pur lasciando inalterate le caratteristiche essenziali per una viticoltura di sapore antico, il “Buonamico” si è posizionato sul mercato come azienda leader di Montecarlo per la produzione di vini pregiati.

In 'passerella' quattro vini della Tenuta del Buonamico:

Particolare Brut - Vino spumantizzato secondo il metodo Charmat, che presenta caratteristiche che lo rendono “particolare” di nome e di fatto. Il profumo si apre con tenui sensazioni floreali, procedendo con sentori di frutta a bacca bianca e, sul finale, pane tostato.
Si presenta complesso al gusto, e contrappone alla spiccata acidità un equilibrato tenore zuccherino. Il perlage fine e molto persistente lo rende facilmente bevibile ed elegante allo stesso tempo. Servire ad una temperatura ideale tra gli 8 e i 10 °C. Particolarmente indicato per accompagnare piatti di pesce, carni bianche o come vino a tutto pasto. E’ inoltre ottimo come aperitivo.

Particolare Brut Rosè - Vino spumante assolutamente unico per la sua eleganza, dal profumo estremamente fragrante, fresco e fruttato. Le iniziali note di rosa canina lasciano spazio a sentori di amarena, lampone e fragola. Alla freschezza gustativa complessa contrappone una spiccata acidità che gli conferisce ottima bevibilità, con un equilibrato tenore zuccherino. E’ un prodotto molto raffinato, anche grazie al suo perlage fine e molto persistente. Temperatura di servizio ideale è di 8 – 10° C. Perfetto come aperitivo o abbinato a sformati di verdure, pesce grasso e pesce arrosto con verdure.

Vasario - Vino dal profumo molto intenso, complesso, con sentori floreali e di frutta a pasta gialla piacevolmente fusi a note vanigliate e di frutta tropicale. L’invecchiamento in tonneau di rovere francese per otto mesi conferisce al Vasario un gusto ampio e ben strutturato, molto equilibrato con un finale morbido e persistente. Da servire ad una temperatura ottimale di 12° C. Ottimo in abbinamento con crostacei con salse leggere, pesci al forno,  carni bianche con sughi leggeri.

Cercatoja - Profumo intenso con note molto intense di frutta scura e di fiori, cacao, spezie a definire la complessità che appartiene al terroir dal quale proviene. Gusto di notevole struttura ma anche di grande eleganza e profondità con una trama tannica evidente ma piacevolmente arrotondata ed equilibrata. Da servire a 18° C. Perfetto con arrosti di carni rosse, cacciagione, carni rosse alla griglia, formaggi anche saporiti.

www.buonamico.it

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.