IN LIBRERIA IL NUOVO VOLUME SUGLI "ASSAGGI MEMORABILI" DI MASSOBRIO E GATTI

Da oggi in libreria il nuovo libro di Paolo Massobrio e Marco Gatti dedicato al vino: "Vino, Assaggi Memorabili di quel giorno e di quell’ora” (collana “I Libri del Golosario” di Cairo Editore, pag. 384 - €16,90), dove gli "assaggi memorabili" sono qualcosa che si ricorda a distanza di tempo, l’insorgere di un gusto inconsueto, non omologato, mai uguale agli altri. Quindi una selezione di quei vini che, tra le migliaia assaggiati da Massobrio e Gatti, hanno segnato in modo indimenticabile “quel giorno e quell’ora”, ma anche quel ristorante o quel paese.

Per descriverli gli autori hanno scelto la strada della narrazione, con la scansione dei mesi e dei giorni, giocando, ogni giorno, a consigliarsi a vicenda un vino memorabile: dal 1° gennaio al 31 dicembre. Così il libro si dipana in un ping-pong fra Massobrio e Gatti: una pagina di racconto dove in fondo appare anche “l’altro vino”, una breve citazione evocata dal racconto stesso. Il risultato è una guida preziosa, che offre la possibilità di scoprire 700 cantine (con molte novità talvolta premiate tra i Top Hundred, il riconoscimento che viene consegnato a Golosaria ai vignaioli che si sono distinti nell’anno), ma anche ristoranti, vinerie, personaggi, che sono luoghi e persone dove il vino è vita, perché nulla come un bicchiere è in grado di narrarla con leggerezza e profondità.


Un libro dedicato “A tutti quelli che, dentro a un vino, a un piatto, a un prodotto, hanno lasciato un segno per ricordarci qualcosa di infinito”.

0 Commenti

Lascia un commento

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy

Roberto Vitali

Laureato in Lettere alla “Cattolica” di Milano, ho cominciato durante l’università a scrivere per il quotidiano della mia città, “L’Eco di Bergamo”, al quale – pur essendo oggi in età di pensione – continuo a collaborare sia sul cartaceo che sul sito web. Sono stato addetto stampa di enti pubblici, direttore di Teleorobica, direttore-editore del mensile “Bergamo a Tavola” (1986-1990) poi trasformato in “Lombardia a Tavola” (1990-2002) e poi venduto (oggi vive ancora trasformato in "Italia a Tavola"). Mi sono sempre occupato, oltre che della cronaca bianca della mia città, di enogastronomia e viaggi. Ho collaborato alla Rai-Gr1, vinto premi giornalistici in tutta Italia e scritto qualche libretto, tra cui “La cucina bergamasca – Dizionario enciclopedico” e una Guida dei ristoranti di Bergamo città e provincia. Mi piace l’Italia e tutto quello che di buono e bello sa offrire. Spero, con i miei scritti, di continuare a farla amare da tanti altri lettori. 338.7125981

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.