IL RISTORANTE YANNICK ALLÉNO À L'HÔTEL HERMITAGE

Il 19 maggio 2021 è una data da ricordare a Monaco in quanto ha segnato l’arrivo dello Chef pluristellato Yannick Alléno e l’apertura del ristorante Yannick Alléno à l’Hôtel Hermitage Monte-Carlo.

Per lo Chef si tratta del primo scalo a sud della Francia, un bel sogno che finalmente si realizza. Ed è anche una tappa importante per l’Hôtel Hermitage Monte-Carlo, che fa di questo ristorante una nuova Maison, un nuovo luogo di sperimentazione culinaria, su una delle più belle terrazze della Costa Azzurra, con una vista impareggiabile sul porto e sulla Rocca del Principato - quella stessa vista di cui godeva il ristorante Le Vistamar.

Come un balcone che si affaccia sul mare, la terrazza è stata ripensata, e trasformata, in un giardino mediterraneo, in cui gelsomini, agrumi e ulivi sono chiamati a ricreare un’atmosfera dolce e una parentesi di serenità. Un’atmosfera a cui non sono estranee né le più delicate arti della tavola, con un servizio ultra personalizzato, né la luce che la rischiara e il blu del cielo e del mare, onnipresente, in qualsiasi stagione.

     
Il Mediterraneo brulica di colori e di giardini, e proprio per tale motivo Yannick Alléno ha trovato più che naturale insediarsi all'Hôtel Hermitage Monte-Carlo, dove proporrà una cucina basata sui migliori prodotti locali, conditi in modo inconsueto, impreziositi dal suo savoir-faire e dettati dall’ambiente circostante.

La prima carta del ristorante equivale di per sé a una promessa. Preannuncia le modalità secondo cui si concretizzeranno le prossime evoluzioni, trasformazioni che si compiranno al ritmo delle stagioni, delle temperature come anche dei desideri dei clienti: una cucina estremamente rinfrescante per i periodi più caldi, e confortevole per quelle più fredde.

Un menu abbondante, generoso, pensato per soddisfare i palati più esigenti, che verrà aggiornato ogni qualvolta si renderà necessario per garantire sempre un piacere rinnovato.

E il piatto signature? In questo caso parleremmo piuttosto di un invito alla scoperta delle multiple sfaccettature della cucina di Yannick Alléno, dipinta d’Azzurro, capace di essere via via leggera oppure estremamente golosa.

restaurantalleno@sbm.mc

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.