IL PROSECCO DOC PROTAGONISTA ALLA BARCOLANA 2018

Il Presidente Zanette: "La sostenibilità, un valore condiviso. Il Consorzio una presenza fissa nelle più importanti manifestazioni di Veneto e Friuli Venezia Giulia"


Tutto pronto per la 50^ edizione di Barcolana, la regata velica più grande del mondo. Il Consorzio di tutela Prosecco DOC, presenza ormai storica della manifestazione, si calcola sarà protagonista sulle rive di Trieste con circa 17mila e 500 calici.


"Siamo molto orgogliosi di partecipare alla Barcolana come sponsor ufficiale, un evento di portata internazionale dove quest'anno siamo presenti, per la settima volta consecutiva, con una doppia presenza - dichiara il Presidente del Consorzio Stefano Zanette - Il concept di quest'anno poi, fortemente improntato alla sostenibilità ambientale, ci ha motivato ulteriormente".


Tra i momenti principali del Prosecco Doc protagonista del capoluogo friulano, Barcolana Chef, l’evento enogastronomico che ha animato il cuore di Trieste, facendo scendere in campo 9 chef stellati nella suggestiva piazza Unità d'Italia in un eccezionale show cooking. Le bollicine dei migliori vini consortili abbinate al Baccalà Tre Colori, realizzato dallo chef Franco Favorito. Al termine della serata un’importante asta benefica il cui ricavato è devoluto all’ospedale pediatrico Burlo Garofolo di Trieste. Messe in vendita anche tre bottiglie magnum di Prosecco DOC edizione speciale Barcolana 50.


Il momento clou della manifestazione è previsto per domenica 14 ottobre: "L'impegno del Consorzio quest'anno raddoppia - fa sapere il Presidente - salperemo a bordo di due imbarcazioni con la livrea del PROSECCO DOC: la storica Ancilla Domini di Andrea Illy, magicamente governata dallo skipper Mauro Pellaschier e lo Swan 42 di Massimo de Campo, Selene vincitrice del 66 Rolex Giraglia 2018 e secondo posto alla Copa del Rey di Maiorca nel 2018".


0 Commenti

Lascia un commento

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy

Roberto Vitali

Laureato in Lettere alla “Cattolica” di Milano, ho cominciato durante l’università a scrivere per il quotidiano della mia città, “L’Eco di Bergamo”, al quale – pur essendo oggi in età di pensione – continuo a collaborare sia sul cartaceo che sul sito web. Sono stato addetto stampa di enti pubblici, direttore di Teleorobica, direttore-editore del mensile “Bergamo a Tavola” (1986-1990) poi trasformato in “Lombardia a Tavola” (1990-2002) e poi venduto (oggi vive ancora trasformato in "Italia a Tavola"). Mi sono sempre occupato, oltre che della cronaca bianca della mia città, di enogastronomia e viaggi. Ho collaborato alla Rai-Gr1, vinto premi giornalistici in tutta Italia e scritto qualche libretto, tra cui “La cucina bergamasca – Dizionario enciclopedico” e una Guida dei ristoranti di Bergamo città e provincia. Mi piace l’Italia e tutto quello che di buono e bello sa offrire. Spero, con i miei scritti, di continuare a farla amare da tanti altri lettori. 338.7125981

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.