IL PRESIDENTE BELVITA LEADING WELLNESSHOTELS SÜDTIROL SVELA LE ULTIME TENDENZE NEL WELLNESS

Il gruppo altoatesino di hotel di lusso Belvita Leading Wellnesshotels Südtirol ha elaborato nel 2018 quasi 25mila richieste (2mila più dell’anno precedente), che hanno prodotto oltre un milione di pernottamenti. L’intero gruppo genera un fatturato di oltre 186milioni di euro, impiegando ogni anno quasi 2mila dipendenti.
A svelarci le ultime tendenze del wellness è Paul Zimmerhofer, presidente del gruppo Belvita,
 
Qual è la vostra percezione dell’andamento del settore wellness e quali le richieste più frequenti degli ospiti?
La richiesta nel settore wellness è buona come in passato, in generale è ultimamente in leggero aumento. Tra i diversi tipi di trattamenti, quelli più richiesti sono ancora i massaggi classici. L'offerta benessere e fitness è naturalmente un'offerta della fascia alta del settore alberghiero, in particolare la Medical Spa è un prodotto di nicchia, destinato, almeno a medio termine, a rimanere tale.
 
Ci sono differenze nell’approccio al wellness fra uomini e donne e quali le tendenze in base all'età?
Il target principale dei trattamenti è ancora costituito dalle donne, ma anche la richiesta dell’ospite maschile è in crescita. Soprattutto in occasione di soggiorni brevi, le prenotazioni di trattamenti sono numerose e vengono effettuate sia da donne, sia da uomini. Per quanto riguarda l'età, c'è sicuramente una prevalenza nella fascia 35-55 anni, ma, nel complesso, la richiesta di trattamenti è ben distribuita in tutte le fasce d'età.
 
L'approccio del cliente al wellness è prevalentemente di tipo occasionale oppure uno stile di vita?
Entrambi. Alcuni ospiti non prenoterebbero mai un hotel in cui l'aspetto del wellness non sia debitamente considerato e in cui non vi sia un'offerta adeguata. Ci sono anche altri ospiti - una minoranza per gli hotel del gruppo Belvita - che scelgono un hotel wellness per provare. In questi casi gli hotel Belvita riescono spesso a fare cambiare visione agli ospiti, facendo loro considerare tutto l'insieme: ovvero, la ben nota unione tra corpo, mente e spirito. Un massaggio durante una vacanza, per quanto piacevole, non ha un effetto benefico a lungo termine. Ciò che aiuta il corpo è fare movimento in modo regolare, seguire una dieta equilibrata e sana, fare dei trattamenti e guardare al futuro con positività. Belvita supporta gli ospiti in questo.
 
Ci sono previsioni per il prossimo futuro del settore?
Crediamo che in questo settore ci sia ancora un buon potenziale di crescita, ma crediamo anche che le aspettative aumenteranno molto. Gli hotel del gruppo Belvita sono equipaggiati al meglio per le sfide del futuro. Anche in questo settore vale la regola d'oro "cerca di migliorare sempre". In quest’ottica, i Belvita Leading Wellnesshotels sono un ottimo esempio – e ci impegniamo per rimanere tali.
 
www.belvita.it/it

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.