IL MEDIOEVO IN VAL D’ORCIA SI COLORA DI BIANCO E D’AZZURRO

Un tuffo nel Medioevo in Val d’Orcia con i sapori, la musica, lo spettacolo ed il divertimento di un’epoca tanto affascinante quanto misteriosa. E’ in programma dal 24 al 26 maggio a San Quirico d’Orcia (Si), la 18esima edizione de Il Bianco e l’Azzurro, la kermesse medievale organizzata dal Quartiere di Canneti.
Cucina medievale e piatti tipici valdorciani, sbandieratori, tamburini e chiarine, piccoli Robin Hood; musica e danze. E poi l’attesa cena medievale con delitto, - quest’anno dal titolo “Ragnarok” -, dove ci sarà anche uno spietato e cinico assassino al banchetto all’ombra delle mura duecentesche di San Quirico. Starà ai commensali – fra una portata e l’altra - risolvere il mistero.
Grande spettacolo con l’esibizione in notturna del gruppo sbandieratori e musici dei Canneti (i primi in Italia e al mondo a vincere una gara di bandiere nel Barbarossa 1964), e con le esibizioni dei gruppi gemellati di color bianco e azzurro a deliziare il pubblico della piazza di San Quirico.
Fra gli appuntamenti di questa edizione, inoltre, un momento dedicato all’araldica ed alla storia della bandiera, con la presentazione delle nuove bandiere dei Canneti.
Il Bianco e l’Azzurro è un’occasione in più per ammirare la suggestione e la bellezza del gigantesco trabucco (6 metri di altezza) realizzato a mano dagli artigiani di Porta Nuova ed ormai fra i ‘monumenti’ più visitati di San Quirico d’Orcia.
Info su www.canneti.it email info@canneti.it; prenotazioni per cena medievale al 347.0535635 (Tommaso). Il Bianco e l’Azzurro 2019 si può seguire anche sui social nei profili facebook quartieredicanneti; twitter @canneti1962 e instagram quartieredicanneti.

 

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.