IL GRAND TOUR SI CONGEDA CON UN COLPO DI TEATRO!

Lo spettacolo degli eventi che per sette mesi ha animato il Grand Tour delle Marche, si congeda con…un colpo di teatro!
Domenica 24 novembre, il prestigioso Teatro dell’Aquila di Fermo ospita l’ultimo atto dell’intenso percorso che ha presentato, a turisti e residenti, la “Marche Experience” attraverso 30 iniziative che da maggio a novembre hanno animato borghi storici e città della regione.

Frutto di una proficua partnership tra Tipicità ed Anci Marche, il circuito ha avuto come project partner Banca Mediolanum e Mediolanum Private Banking, una sinergia ricca di contenuti che viene sublimata domenica prossima con un “closing event” particolarmente significativo.

“Up & down” è il titolo dello spettacolo che vedrà protagonista Paolo Ruffini. L’imprevedibilità e l’irriverenza accompagnano gli spettatori in un viaggio che racconta la meraviglia di essere speciali e la bellezza potente della vita, espressa attraverso le diversità di ognuno di noi.
In questa rappresentazione, Ruffini porta in scena 97 artisti, metà dei quali disabili: gli attori della Compagnia Mayor Von Frinzius, compagine teatrale livornese nata nel 1997, collaborano con l’associazione Haccompagnami e sono diretti da Lamberto Giannini.

Lo spettacolo è parte del format “Centodieci è ispirazione”, il ciclo di incontri che la piattaforma culturale di Banca Mediolanum, con il coinvolgimento di personaggi di successo, dedica al tema dell’ottimismo come forza per superare gli ostacoli e raggiungere i propri obiettivi. “Up & down” apre ufficialmente anche “Fermo magica”, il programma di iniziative che accompagnerà per tutto il periodo natalizio la città marchigiana, divenuta negli ultimi anni una meta imperdibile delle festività invernali per qualità delle proposte e novità delle attrattive che ogni anno è in grado di offrire ai visitatori.

“L’edizione 2019 del Grand Tour delle Marche - sottolinea Angelo Serri, direttore di Tipicità - è stata una bellissima ed ininterrotta sequenza di magia, arte del saper fare, buoni sapori, folklore e suggestioni artistiche e musicali. Queste sono le Marche che anche la prestigiosa Lonely Planet descrive come meta imperdibile e che attraverso gli eventi sanno dare il meglio di sé ad un viaggiatore attratto dall’identità dei luoghi e dall’autenticità dell’esperienza!”.
Tutte le informazioni sull’iniziativa, sulle attrattive turistiche del territorio, nonché suggerimenti per lo shopping aziendale e proposte di ospitalità, sono consultabili sull’applicazione di Tipicità e sulla piattaforma www.tipicitaexperience.it.

 

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.