IFOODIES AWARD 2019 LE PREMIAZIONI DELLA APP PIÙ SEGUITA D’EUROPA POWERED BY BMW GROUP

Il progetto di iFoodies è nato nel 2013, ponendosi come obiettivo la promozione delle aziende agricole italiane diffuse sul territorio che producono secondo principi di sostenibilità e biodinamicità. In questi sei anni, l’App iFoodies powered by BMW Group con oltre centomila download si attesta al vertice delle app più scaricate nel settore food, rendendola la prima realtà del settore food in Italia e in Europa.
“Con iFoodies – ha dichiarato Sergio Solero, Presidente e AD di BMW Italia – dimostriamo come il nostro approccio alla sostenibilità sia davvero olistico. Rispetto del territorio e della biodiversità e un impegno costante per una mobilità sostenibile ed integrata trovano in questa App molti dei valori nei quali crediamo e nei quali stiamo investendo. In iFoodies ritroviamo la stessa filosofia che unisce l’approccio digitale, la passione per l’innovazione ma anche il rispetto della tradizione che sono nel DNA del nostro Gruppo.”
“iFoodies – ha dichiarato Filippo Polidori, ideatore e creatore di iFoodies - è una App apparetemente ‘anomala’ perché non ti vende nulla, cosa che tutte le App, in primis quelle dedicate al Food, di solito fanno. Ma proprio questo apparente “limite” la rende unica, perché iFoodies nasce per dare voce a quelle aziende che producono cibi buoni, puliti e giusti, nasce per consigliarti indirizzi dove la qualità e la passione di chi ci lavora sono un valore indiscutibile, nasce per farti scoprire il paese più BELLO e più BUONO del mondo. iFoodies e BMW Group vogliono essere il ponte fra voi e questo mondo meraviglioso”.
Le oltre tremila aziende agricole inserite su iFoodies rappresentano delle eccellenze del territorio e delle realtà molto apprezzate. Per questo motivo, attraverso iFoodies Award 2019 si è voluto premiare quelle realtà che hanno ottenuto un più elevato riscontro di gradimento sulla piattaforma nel corso dello scorso anno, attraverso le preferenze espresse da coloro che l'hanno scaricata e hanno attribuito un "cuore", in linea con la filosofia dei "like" dei Social network.
La classifica non intende stabilire un ranking di valori, quanto piuttosto contribuire alla promozione della cultura del territorio e alla valorizzazione di quelle aziende medio/piccole che contribuiscono alla ricchezza alimentare e culturale dell'Italia.
Per il 2019 le aziende che hanno ricevuto il maggior numero di "like" sono state:
Le prime tre aziende agricole che hanno ricevuto più "like" lo scorso anno sono: Rosa dell’Angelo di Parma, Cave du vin blanc de Morgex (AO), Favus Mellis di Lunano (PU).
Nella Sezione “Speciale Milano” i locali con più cuori sono: Trattoria Trippa, Locanda Perbellini e Bistro Aimo e Nadia.
Nella sezione “Speciale Roma”, Ristorante Berberè, Da Armando al Pantheon e Caffè Propaganda. "Extra iFoodies", un riconoscimento speciale alla trasmissione “I signori del Vino”.
www.bmwgroup.com

 

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.