I SALAIOLI A PISTOIA CONNUBIO DI BONTÀ

Felice connubio tra idee, innovazione, produzioni d’eccellenza, commercio e buona cucina. Un marchio che parla di storia, di commercianti, di cose buone. Una famiglia, quella dei Bovani, che nel 1987 da vita allo “Spaccio del Parmigiano”, al tempo, importante riferimento per la città di Pistoia, uno tra i primi simboli di qualità alimentare, in un’antica bottega esistente dal 1953, che con i nuovi proprietari riprende vita e si trasforma.

Posto nel quale si inizia fin da subito a proporre una riuscita fusione di attività: bottega e ristorante. Si inizia al mattino presto e si chiude la sera tardi. In brevissimo tempo I Salaioli, nome tratto da Piazza della Sala, sulla quale si affaccia il locale, diventa un incredibile incrocio di anime, tutte alla ricerca di un grande prodotto, di una cucina sfiziosa e ricca di varianti. Un posto dove rilassarsi piacevolmente con i buoni sapori.

La ricerca è continua e vengono spese nei confronti dei prodotti grandi attenzioni, attraverso contatti diretti con, i produttori, visite in azienda e tante altre mosse che servono a portare dentro i Salaioli, il meglio di un prodotto, la qualità, l’eccellenza.

Oggi i Salaioli, a Pistoia, funzionano come un enorme serbatoio di prelibatezze: nei banchi abbondano selezioni locali e nazionali. All’ora di pranzo si attiva una cucina più light, semplice, gustosa, sempre nuova, mentre la sera prende vita la parte gourmet, con un menu di tutto rispetto che fonde piacevolmente tradizione e innovazione, messo in pratica da Marco, il giovanissimo chef dei Salaioli, che governa comunque tutta l’attività alimentare, compresa la realizzazione di pani, schiacciate e altre prelibatezze.

L’impegno è importante e Simone e Federica lo portano avanti con grande passione. Loro, nel ristorante si occupano del coordinamento generale e della sala, insieme ad altro personale decisamente preparato. Simone in particolar modo, supervisiona anche l’approvvigionamento dei vini, che seleziona personalmente, consiglia e somministra. Una carta di tutto rispetto, in primis toscana ma anche del resto d’Italia, ricca anche di tante bollicine, sempre attenta alle novità e al loro rapporto qualità-prezzo. Ottima la proposta al calice, in grado di soddisfare le proposte dello chef in continua evoluzione.

I Salaioli, un connubio di bontà che non si ferma mai durante la giornata, in grado di accogliere dal turista curioso ad una clientela esigente che sa di trovare in Piazza della Sala a Pistoia una ristorazione valida e variegata.

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.