GUSTO E SUGGESTIONI LA RICETTA DI ACETAIE APERTE 2019

Visite guidate ai luoghi di produzione, assaggi liberi in abbinamento ai prodotti tipici del territorio, showcooking ed una esclusiva e suggestiva degustazione verticale guidata di cinque aceti balsamici – tre IGP e due DOP – in una torre antica del XVI secolo.

Questi sono solo alcuni degli ingredienti che vanno a comporre la ricetta di Acetaie Aperte 2019, la manifestazione organizzata dai Consorzi di Tutela dell’Aceto Balsamico di Modena IGP e dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP per domenica 29 settembre in 38 acetaie della provincia di Modena. A condire ulteriormente la giornata dedicata all’oro nero ci saranno anche musica live, visite a musei balsamici interni alle acetaie con antiche strumentazioni di lavoro, esposizioni di auto d’epoca ed addirittura un test drive per misurare la propria abilità al volante.

L’edizione 2019 di Acetaie Aperte è uno degli eventi celebrativi del decimo anniversario della registrazione dell’IGP Aceto Balsamico di Modena, avvenuta il 3 luglio 2009, e una tappa di avvicinamento al  ventesimo anniversario dalla registrazione della DOP Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, avvenuta il 17 aprile 2000. Queste ricorrenze evidenziano il ruolo e l’importanza dei Consorzi e della loro mission volta alla tutela, salvaguardia e promozione della tradizione, della cultura, del territorio e del tessuto sociale e imprenditoriale del proprio territorio.

Tra le proposte avanzate dai produttori per il pubblico di Acetaie Aperte  infine, anche laboratori, giochi, intrattenimento e quiz di cultura balsamica finanche concorsi fotografici.

Per informazioni dettagliate su programmi, orari di apertura ed indirizzi delle singole acetaie, consultare il sito www.consorziobalsamico.it o www.acetaieaperte.com oppure contattare il Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena allo 059/208621.      
 

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.