GLI CHEF RICCARDO AGOSTINI E SENIO VENTURI IN TESTA AL SINA CHEFS’ CUP CONTEST

I piatti dal sapore asiatico, presentati all’Harry’s Bar the Garden, del Sina Villa Medici di Firenze, dalla coppia composta dagli chef Senio Venturi, del ristorante L’Asinello di Castelnuovo Berardenga (Siena) e Riccardo Agostini, del Ristorante Il Piastrino a Pennabilli (Rimini), hanno conquistato la giuria, che gli ha attribuito un punteggio di 96/100 portandoli in vetta al Sina Chefs’ Cup Contest


Il viaggio è il tema proposto quest’anno dal contest fra chef stellati, oppure famosi, per stimolare la loro ricerca e creatività, nel proporre piatti ispirati a ricordi, emozioni, sensazioni, colori e sapori vissuti alla scoperta di altri paesi. E così è stato per Riccardo Agostini e Senio Venturi che assieme avevano intrapreso un viaggio in Corea, poco prima della pandemia, che li ha ispirati nella preparazione dei loro piatti all’Harry’s Bar the Garden, del Sina Villa Medici di Firenze.

Se chef Agostini ha stupito i commensali con un antipasto dalle profonde suggestioni autunnali e rievocative dei profumi rievocativi del bosco: cardoncello maturato, uva acida e anice; chef Venturi ha, invece, proposto ravioli di capocollo alla brace, crema di porri, pop corn di maiale e porro fritto, un primo piatto soltanto apparentemente rassicurante, capace di esaltare consistenze e sapori contrastanti fra loro. Il compito di accompagnare gli ospiti lungo il viaggio è stato affidato allo chef resident Mirko Cesari, che ha proposto la parmigiana di melanzane moderna come secondo e il dessert a base di pan di spagna alla graviola, ganache al cioccolato bianco e basilico, verdure candite. A fare gli onori di casa Fernando Pane, il General Manager del Sina Villa Medici di Firenze.

L’11 ottobre il Sina Bernini Bristol di Roma ospiterà l’ultimo appuntamento, prima della finale, fra gli chef Giovanni Vanacore di Palazzo Alvino (Ravello) e Luigi Lionetti del ristorante Le Monzù dell’Hotel Punta Tragara (Capri). La finale si svolgerà l’8 novembre al Sina de La Ville di Milano.

Al secondo posto della classifica provvisoria ci sono due coppie composte dagli chef Stefano Vio del ristorante Zanze XVI e Valerio Dallamano del Ristorante Wistèria entrambi di Venezia e la coppia formata dagli chef Enrico Marmo (Ristorante Balzi Rossi) e Massimo Viglietti con 95 punti su 100. Il secondo posto con 94/100 se lo dividono le coppie di chef Vincenzo Guarino del Castello di Postigliano (Sellano – Perugia) e Giancarlo Polito della Locanda del Capitano (Montone - Perugia); gli chef Alessandro Rossi de Il Gabbiano 3.0 (Marina di Grosseto – Grosseto) e Maurizio Bardotti dell’Osteria Passo dopo Passo a Fizzano, Castellina in Chianti (Siena)

Le cene sono ospitate all’interno dei ristoranti del gruppo Sina Hotels. Da Perugia a Roma, da Venezia a Torino Sina Chefs’ Cup Contest si compone di sette appuntamenti alla scoperta dei luoghi, le città, le opere d’arte che hanno influenzato gli chef stellati protagonisti di questa nuova edizione. Le cene, aperte al pubblico, offrono la possibilità di assistere dal vivo gli chef stellati nella preparazione delle ricette che li hanno ispirati.

www.sinahotels.com

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.