GLAMOUR TOUR OPERATOR VINCE L’OSCAR DEL TURISMO COME MIGLIOR TOUR OPERATOR DI NICCHIA

Grande soddisfazione alla serata di premiazione di Italia Travel Awards 2019, che si è tenuta all’Acquario Romano, per il titolare di Glamour Tour Operator Luca Buonpensiere e per il suo staff che hanno ricevuto la tanto ambita statuetta “La Viaggiatrice” a testimonianza dell’impegno e della professionalità nel settore del turismo. Un riconoscimento più che meritato per un operatore che da più di 20 anni propone accattivanti viaggi “tailor made” nei cinque continenti con un fatturato in continua crescita.
E’ stato votato dai tanti agenti di viaggio che si erano registrati durante i 6 mesi di votazioni attraverso il sito di Italia Travel Awards(www.italiatravelawards.it) a conferma dell’enorme passione e del quotidiano impegno che da sempre tutto lo staff di Glamour Tour Operator (www.glamourviaggi.it) ci mette nello svolgere il suo lavoro ed organizzare qualsiasi tipo di viaggio.
Una società virtuosa, che non ha paura di scommettere su di sé e che, alla fine, quasi sempre riesce a riscuotere la sua vincita. Glamour Tour Operator, nato a Viareggio in Toscana, si è esteso ormai in tutta Italia e offre destinazioni in tutto il mondo. Adatto e pensato per organizzare ogni tipo di viaggio, Glamour disegna su misura, come un sarto, tutto ciò che richiede una trasferta, sia essa a New York, a Dubai, in Messico o in altri paesi del mondo.
“Sono davvero contento che il nostro lavoro sia stato riconosciuto dai tanti agenti di viaggio che ci hanno votato e che da sempre ci sostengono – afferma emozionato Luca Buonpensiere - sono orgoglioso perchè questa è la prova tangibile che l’impegno e la professionalità vengono sempre premiate e ringrazio per questo anche e soprattutto i miei tanti collaboratori con cui condivido con piacere il premio perché, anche loro come me, si impegnano quotidianamente per il successo dell’azienda”.
Glamour Tour Operator d’altra parte, è diventato ormai un punto di riferimento nel mondo dei viaggi: la capacità di anticipare le tendenze ed i flussi di domanda gli ha permesso di registrare tassi di crescita che il settore non vede da tempo e per il 2019 la prospettiva si conferma rosea, secondo il titolare Luca Buonpensiere, che confida in una crescita anche superiore al 30%. Con una forte presenza sul lungo raggio, dalle destinazioni tradizionali del Nord America, Glamour da qualche anno ha anticipato il mercato puntando anche su Emirati, Oceano Indiano e Sud Est asiatico, intuizione che ha avuto riscontro nelle recenti forti spinte sui fatturati. Uno dei segreti del successo di Glamour Tour Operator è da ricercarsi nel fatto che si muovono sempre anticipando le richieste del mercato, anticipando tendenze, incuriosendo il cliente con proposte nuove, accattivanti, stimolanti. Cercano di pensare in maniera differente rispetto alla concorrenza, di muoversi diversamente, non seguendo il mercato ma attuando la propria strategia.
Dall’anno scorso propone inoltre una nuova destinazione, il Mar Rosso, attraverso il brand Sneakers, che identifica un tipo di viaggio più easy, ma sempre con le caratteristiche di standard elevati e grande cura. Si tratta sicuramente di soggiorni dalle tariffe competitive e meno impegnative rispetto a quelle dei tour sartoriali, pur garantendo dei plus esclusivi che distinguono Sneakers sul mercato.
 
Nella foto: Marco Spinetti, Paola D’Ammassa, Luca Buonpensiere e Roberta Lanfranchi
 
 

 

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.