GEORG J RIEDEL PREMIATO DALLA RIVISTA WINE SPECTATOR

La prestigiosa rivista Wine Spectator ha annunciato che Georg J Riedel, produttore di bicchieri e businessman della 10a generazione Riedel - che ha lanciato l’azienda di famiglia a livello globale - sarà il 38° vincitore del “Distinguished Service Award”.
La consegna avverrà a Ottobre 2019 durante la New York Wine Experience, il gala annuale della rivista che premia coloro che hanno apportato “un significativo e duraturo contributo al mondo del vino.”

Il News Editor Mitch Frank scrive sul Wine Spectator che Georg Riedel “ha rivoluzionato il modo in cui beviamo il vino, diffondendo la ”filosofia” dei calici della sua famiglia”, educando decine di migliaia di appassionati del vino sui benefici apportati dall’utilizzo di bicchieri progettati ad hoc per le diverse tipologie di vino, portando l’azienda alla stabilità finanziaria negli anni ’80 grazie a scelte manageriali intelligenti e un approccio “evangelista” per promuovere i suoi prodotti.

Inoltre, il continuo supporto a cause filantropiche, come il Mese dedicato alla Prevenzione del Cancro al Seno e la Elton John AIDS Foundation, sono solo due degli esempi del suo impegno sociale al di là della comunità del vino.

“Sono davvero grato al Wine Spectator per questo importante riconoscimento ed è un onore essere annoverato insieme alle più grandi personalità del vino e dell’industria enogastronomica - afferma Riedel - non sono il primo austriaco, ma il primo produttore di bicchieri a entrare nell’Olimpo di Wine Spectator e sono molto orgoglioso di condividere questo onore con il mio team e la mia famiglia.”

Riedel segue i luminari della comunità globale del vino nella conquista del premio e si distingue per essere il primo produttore di bicchieri a ricevere questa onorificenza. Alcuni dei precedenti vincitori sono Julia Child, Robert Mondavi, Christian Moueix, Angelo Gaja, Francis Ford Coppola, Andre Tchelistcheff, il compatriota austriaco Wolfgang Puck, e il Governatore Gavin Newsom (CA) – personalità di rilievo che hanno apportato innumerevoli contributi al mondo del food & wine.

 

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.