FABULA EQUILIBRIO ED EMOZIONE

Fabula è l’ultimo progetto di Rastelli come una cucina in grado di raccontare storie e stili di vita. Si tratta infatti di un modello declinato in tante versioni, sempre customizzabili, capace di incontrare qualsiasi gusto e di adattarsi a qualsiasi tipo di ambiente, tra linee contemporanee, echi tradizionali, ispirazioni orientali, fino ad arrivare ad una proposta ‘in stile neo coloniale’, tipico di molte case americane.

Questa versione di Fabula si presenta come mix tra elementi classici e moderni, sia dal punto di vista del design sia da quello della scelta dei materiali: le ante a telaio in legno, dal sapore più familiare, incontrano le tonalità calde del rovere dust e del laccato grigio siliceo opaco, mentre le linee geometriche e rigorose dei moduli vengono esaltate dall’acciaio - scelto per il blocco cottura e per i telai delle colonne e dei pensili -, dalla pietra basaltina e dal marmo utilizzati per i piani di lavoro.

Protagonista della composizione è la grande isola centrale, proprio come è tipico nelle cucine in stile americano. Il piano snack integrato in E:wood quercia, dedicando uno spazio alla consumazione dei piccoli pasti, aumenta la funzionalità di un ‘blocco’ già dotato di vani estremamente capienti.
Pensili e colonne con ante in vetro a telaio in metallo, sfruttando le altezze, ottimizzano la distribuzione di oggetti, utensili e stoviglie, dando inoltre un accento più contemporaneo all’ambiente; il lavello, ricavato da un monolite di pietra basaltina spazzolata a poro aperto, si configura come una ricercata soluzione estetica capace di creare continuità con il piano di lavoro.

Ancora una volta, e anche in questa versione, Fabula si caratterizza per la capacità del designer Ulisse Narcisi di equilibrare elementi diversi, quasi contrastanti, suggerendo sempre l’eco e l’emozione di tradizioni familiari proprie di paesi lontani.

 

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.