FABIO BOSCHERO PRESENTA IL NUOVO MENU ARABO DEL ROME CAVALIERI

Il  Rome Cavalieri, A Waldorf Astoria Resort, immerso in un parco mediterraneo a pochi minuti dal centro di Roma, in posizione panoramica sospesa tra le piscine esterne e le terrazze, offre ai suoi ospiti un’offerta  poliedrica.  

L’ambiente cosmopolita, l’eccellenza dei servizi, la posizione strategica ad un passo dal cuore della Città Eterna e la bellezza della struttura fanno del Rome Cavalieri la meta ideale di turisti e romani esigenti, in cerca di un luogo riservato dove trascorrere le lunghe e soleggiate giornate estive tra un tuffo in piscina, un cocktail sofisticato, una cena prelibata e un trattamento di bellezza.

Imprescindibile l’offerta gourmande, che spazia dai menu stellati di Heinz Beck dell ristorante La Pergola alla varia ed eccellente proposta del Ristorante Uliveto, del Tiepolo Lounge & Terrace, del Banqueting e del Room Service dell’albergo, affidati all’Executive Chef Fabio Boschero, con la pasticceria dell’Executive  Pastry Chef Dario Nuti.

In aggiunta a tutto ciò, in linea con le richieste sempre più orientate verso una gastronomia multietnica, si replicherà, anche per l’estate 2019,  il menu di cucina tradizionale araba, disponibile presso il Ristorante Uliveto e al Room Service, che tanto successo ha avuto lo scorso anno.

Il progetto, fortemente voluto dallo Chef Fabio Boschero, è stato realizzato a sei mani, e vede il coinvolgimento degli Chef siriani Mounir Mansour Al-khatib e Issa Esber Bashi, direttamente dal Waldorf Astoria Ras Al Khaimah. Il risultato di questa interazione tra oriente e occidente è un menu vario, rigoroso e tradizionale, fatto di materie prime selezionatissime, lavorate secondo gli antichi dettami orientali per un cibo esotico, contemporaneo  e antico al tempo stesso, apprezzatissimo anche dai palati occidentali.

E quale occasione migliore per assaporare le delizie del Medio Oriente che le piacevoli serate d’estate romana? Tra queste delizie spiccano l’Hummus, la tradizionale ricetta palestinese del Muttabal – profumata crema di melanzane con semi di melograno – la famosa insalata libanese Tabbouleh a base di bulgur, condita con prezzemolo, pomodoro, menta, cipolla e succo di limone, passando per il gustoso Kebab di agnello o pollo e, per finire, i leggendari dessert come l’Umm Ali - il dolce di pasta sfoglia con mandorle e uvetta servito caldo - o il fresco Muhallabia - Budino di latte con acqua di Rose e lacrime di Chio. Il tutto, servito nella meravigliosa cornice del Ristorante Uliveto, con la sua terrazza affacciata sulla piscina e sul verdeggiante parco - in una atmosfera vacanziera, cosmopolita e accogliente che il famoso resort sa offrire ai suoi ospiti.

Perché il Rome Cavalieri sa accolgiere i visitatori di tutto il mondo e stupire i romani con progetti sempre nuovi, attuali ed eccellenti.

Fabio Boschero: Italiano e cittadino del mondo, al suo attivo ha una lunga esperienza nella ristorazione, avendo avuto la responsabilità di cucine “eccellenti” non solo in Italia ma anche in Brasile, Stai Uniti, Caraibi  e America del Sud, dove ha avuto modo di misurarsi con i desideri della clientela internazionale più esigente. Da 3 anni al comando di tutta l’offerta gourmande del Rome Cavalieri, A Waldorf AstoriaRresort - dal ristorante Uliveto, al Tiepolo Bar, lo Chalet, il banqueting e il Room service – ha portato all’interno della cucina del grande albergo una ventata di novità, grazie alla sua cucina mediterranea con contaminazioni internazionali, frutto del suo essere italiano e al tempo stesso cosmpolita.

Mounir Mansour Al-khatib: chef del Waldorf Astoria Ras Al Khaimah, che, sotto la sua direzione, ha ricevuto diversi riconoscimenti tra cui il Gold Winner Awardsdi Hozpitality.com, il premioBest Arabic  restaurant Marjan 2017, il “Best Arabic food for Food Travel Magazine 2015” ed è stato nominato nel 2015 come “Best ArabicRestaurant” dal magazine BBC Good Food Middle East.

Issa Esber Bashi: sous chef del Waldorf Astoria Ras Al Khaimah e specializzato in cucina araba, ha lavorato come chef e assistente chef per diversi alberghi 5 stelle lusso, sia in Syria che a Dubai, tra cui il Paradise Palace Hotel e il Conrad Hilton Dubai Hotel.

 

 

 

 

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.