ESPERIENZE GREEN A COPENAGHEN

Copenaghen eccelle nel combinare soluzioni sostenibili con la crescita  e un'alta qualità della vita per i suoi cittadini. L'ambizioso profilo verde della città ha un chiaro obiettivo: diventare la prima capitale con bilancio neutro di CO2 entro il 2025.  Acque pulite, eco - hotel, cucina a km0 e soprattutto cultura della bicicletta, sono alcuni degli aspetti che permettono scoprire la capitale e vivere un’autentica esperienza locale.  Con un traffico di biciclette superiore a quello delle auto, Co-penhagen conta circa 400 km di piste ciclabili, e il 40% della popolazione si sposta quotidianamente in bicicletta.

Le biciclette costituiscono un aspetto importante di Copenaghen e sono parte integrante del suo traffico e delle infrastrutture urbane. Arrivando in città, sarete stupiti dal grande flusso di ciclisti, e dalle tantissime biciclette parcheggiate in ogni stazione e in ogni strada. Le biciclette svolgono un ruolo fondamentale nella vita di tutti i giorni. La bicicletta viene utilizzata per tutte le esigenze: per andare al lavoro o a scuola, per uscire la sera, per trasportare materiali, portare i bambini all'asilo, o andare a fare una gita. La bicicletta offre un modo economico ed ecologico per spostarsi. E spesso è il modo più veloce per muoversi in città.

Itinerari in bicicletta e green
L’Harbour Circle, offre un percorso di ben 13 km per poter camminare, correre e andare in bicicletta intorno porto di Copenaghen. L’itinerario si snoda lungo en-trambi i lati del porto da Nyhavn a nord a Sluseløbet a sud ed è interconnesso da cinque ponti per ciclisti e pedoni: Inderhavnsbroen, Cirkelbroen, Bryggebroen, Belvederebroen e Slusen. Harbour Circle attraversa 12 aree imperdibili di Copena-ghen, da percorrere per tutti i 13 km o in tappe più brevi.
La cultura della bici affascina sempre più anche i turisti, che possono scoprire la città su due ruote, grazie a diversi tour organizzati, tra questi Bike Mike Tours, Cycling Copenhagen e Bike the City (escursioni con GPS). Per tour in bicicletta (e non) in italiano Linda Escursioni

Copenaghen è una delle città più verdi al mondo e non si è mai troppo distanti da un parco in cui rilassarsi. La città è ricca di incantevoli parchi, come Il Giardino del Re (Kongens Have) a Rosenborg ed il  Frederiksberg Garden, oppure con una breve gita in bicicletta verso nord o verso sud ci si può trovare nel bel mezzo di una natu-ra incontaminata. Il suggestivo Il Parco dei cervi a Klampenborg si estende nella parte settentrionale della città e la strada per raggiungerlo costeggia spiagge e stu-pendi panorami.

GoBoat rental di imbarcazioni realizzate con materiale riciclato, dotate di motori non inquinanti e pannelli solari. Noleggiando una GoBoat, è possibile rilassarsi nei canali di Copenaghen e fare un pic-nic a bordo ordinando il pranzo o la merenda da GoDeli, che propone bevande e cibo biologico - a chilometro zero. The Green Kayak invece offre noleggio gratuito di kayak nei canali se in cambio durante il tour si raccolgono lattine e buste di plastica.

Dormire Green a Copenaghen
Gli appassionati di biciclette alla ricerca di una sistemazione dal basso impatto ambientale avranno a disposizione una vasta scelta di alloggi. Il 71% delle camere d'hotel a Copenaghen hanno un’eco certificazione. Tra le opzioni:

    Crowne Plaza Copenhagen Towers è il primo albergo in Europa con certi-ficazione UE Green Building e il primo hotel certificato CSR del mondo
    Kong Arthur e Ibsens Hotel sono entrambi del gruppo Arthur Hotels di Copenaghen,  la prima catena di alberghi al mondo a impatto zero di CO2
    Gli hotel della catena Guldsmeden a Copenaghen sono stati premiati con l'etichetta ufficiale Golden Ø, poiché garantiscono più del 90% di cibo bio-logico
    Gli Scandic Hotels, eco-certificati con il Nordic Ecolabel, sono stati i pio-nieri dello sviluppo sostenibile nel settore alberghiero, introducendo l'idea del “Hang up your towel if you want to use it again”
    Il più grande centro congressi in Danimarca, Bella Center, presenta all'e-sterno una grossa turbina a vento, come per ricordare che l'energia eolica è la più importante risorsa rinnovabile di energia per il paese
    BedWood Hostel è un ostello che ha aperto recentemente nel pieno centro di Copenaghen, ricavato da un vecchio magazzino. I proprietari hanno usato per lo più  materiali riciclati.

Dove mangiare
L’uso di prodotti rigorosamente locali e di stagione è un must per gran parte dei ristoranti della città  e pilastro dei numerosi locali ispirati alla Nuova Cucina Nordi-ca.

    BioM, ristorante dove tutto è pensato in rispetto dell'ambiente, dalla verni-ce bio usata sulle pareti alle candele ecologiche, passando per le sedie in plastica riciclata www.biom.dk
    BioMio, green café e ristorante con cucina 100% biologica, nel quartiere di Vesterbro  www.biomio.dk
    Caffè per i ciclisti  https://heritage-coffee-bikes.myshopify.com/
    DØP, stand di hot dog che serve salsicce biologiche – un fast food di qua-lità  www.doep.dk
    Food Market a Flæsketorvet, qui gli stand vegetariani, vegani e a km 0 non fanno che aumentare
    Geranium, ristorante completamente biologico con 3 stelle Michelin www.geranium.dk/en
    Gourmandiet, la gastronomia-macelleria che di sera dal giovedì al sabato si trasforma  in ristorante, servendo bistecche di carne biologica e vino bio-dinamico www.gourmandiet.dk
    GRO Spiseri, il ristorante con la sua fattori urbana sui tetti di Østerbro https://www.grospiseri.dk/

 

 

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.