ECCELLENZE NEL BICCHIERE KHNOTT ARJENT BRAIDE DI CONCILIO

I vini Concilio (www.concilio.it) sono vini trentini espressione di un territorio da sempre vocato alla coltivazione dell’uva e ad una produzione enologica d’eccellenza.
La grande varietà di microclimi, peculiari di ogni vallata, permette di ottenere diverse tipologie di vini, veri e propri vini tipici del Trentino.
I vini Concilio, prodotti da Cantina Sociale di Trento, derivano dall'antica tradizione vignaiola che unisce conoscenze arcaiche e tecnologie all'avanguardia.
Grazie ai vocati vigneti dei soci coltivatori e all'esperienza e professionalità dei propri enologi e analisti, Cantina Sociale di Trento vanta una filiera produttiva in grado di valorizzare appieno le grandi potenzialità del territorio della Provincia di Trento e di ottenere vini di qualità eccelsa.


KHNOTT LAGREIN TRENTINO D.O.C.
Khnott, un nome di antiche origini riferito a famiglie che si dedicavano all’agricoltura montana in trentino.
Apprezzabilità: bene si accompagna a piatti di carni bianche, ma anche alle carni rosse, alla selvaggina ed ai formaggi piccanti.
Colore: rosso rubino intenso.
Profumo: di frutta rossa con un sentore di viola.
Sapore: pieno e robusto con buona persistenza.
Grado alcolico: 13%
Zona di produzione: Autoctono da almeno 500 anni, come si rileva da un’ordinanza del 1526 di Michele Gaismair, che invitava i suoi concittadini altoatesini “a piantare vitigni di rosso Lagrein in “terra latina”, ovvero in Trentino, è coltivato in prevalenza in alta Vallagarina.


ARJENT SAUVIGNON BLANC TRENTINO D.O.C.
Arjent in ladino significa “argento”, in riferimento alla zona dell’ argentario sopra la città di trento, nota sin dai tempi piu’ remoti per le miniere d'argento.
Apprezzabilità: Vino di carattere la cui particolarità si presta ad abbinamenti evoluti e raffinati. Per queste sue caratteristiche viene apprezzato anche dopo alcuni anni.  
Colore: giallo paglierino.
Profumo: tipicamente varietale, ricorda il fico maturo, i fiori di sambuco e le foglie di pomodoro, più o meno prevalenti in ragione all’annata e all’affinamento in vetro.
Sapore: caratteristico di cui si apprezzano la struttura e la persistenza.Grado alcolico: 12,5%
Zona di produzione: Sulla collina dell’Argentario che si affaccia su Trento, oltre i 450 metri, ben soleggiata e con terreni ricchi di ghiaia, il Sauvignon Bianco, vitigno originario della Gironda nel sud della Francia, raggiunge ottimi risultati.


BRAIDE TEROLDEGO ROTALIANO D.O.C.
Braide e’ il toponimo della piccola localita’ che ospita le vigne di questo storico e particolare teroldego.
Apprezzabilità: Vino superiore da arrosto e carni rosse in genere. Può essere conservato a lungo
Colore: rosso rubino carico.
Profumo: vinoso con sentori di frutti di sottobosco, nocciole tostate e liquirizia.
Sapore: pieno e ben strutturato, di frutta con una leggera nota di spezie. Tannini morbidi ed eleganti, lungo e persistente al palato.
Grado alcolico: 13%
Zona di produzione: vino Principe del Trentino, si coltiva nella zona della Piana Rotaliana costituita da terreni alluvionali e ghiaiosi.


www.rinaldi1957.it

 

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.