Confraternita di Valdobbiadene DOCG, è di Loris Dall'Acqua il vino della bottiglia ufficiale 2018

 

I riti sono sacri e si rinnovano puntuali ogni anno. Un’autorevolezza di altri tempi, quella della Confraternita di  Valdobbiadene, nata nel 1946 come realtà attenta nel promuovere la conoscenza, il valore e la diffusione della produzione vitivinicola denominata “Conegliano-Valdobbiadene DOCG” vendemmia 2018.

 

 

 

Tra le iniziative più prestigiose c'è l'annuale Selezione della Bottiglia della Confraternita. I Confratelli enologi con una degustazione alla cieca hanno scelto quale Conegliano Valdobbiadene DOCG 2018 sarà il miglior rappresentante della Denominazione. Quest'anno, per le sue caratteristiche, è stato selezionato il Valdobbiadene Docg, vendemmia 2018, creato dal Confratello Loris Dall’Acqua. La Bottiglia della Confraternita verrà distribuita in edizione limitata: 5.000 pezzi numerati, veicolo per dare al consumatore un punto di riferimento per la valutazione e la conoscenza del Valdobbiadene DOCG ottimale.

 

Si mantengono e tramandano anche con questa iniziativa gli obiettivi della storica realtà, come la promozione delle proposte formative per gli aderenti e la diffusione dell’educazione enologica nel consumatore finale. Finalità perseguite attraverso valori come la lealtà, la solidarietà ed il rispetto reciproco, considerandosi i Confratelli, prima di tutto, un gruppo di tecnici uniti da una comune passione e da un sentimento di amicizia. Tra i numerosi eventi e progetti che scandiscono il calendario della Confraternita, la selezione della Bottiglia è portavoce e simbolo di una cultura della qualità che la stessa persegue e appoggia in ogni sua azione.

 

 

 

La presentazione ufficiale si è tenuta in occasione della cerimonia di apertura della rinomata Antica Fiera di San Gregorio a Valdobbiadene.

 

 

 

0 Commenti

Lascia un commento

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy

Renato Malaman

Cura il blog "Salsa & Merende" nel quotidiano "Il Mattino di Padova" di cui è stato redattore fino al 31 dicembre 2016. Del quotidiano, con cui ha iniziato a collaborare nel 1978, è stato titolare dal 2001 della rubrica di enogastronomia "Gusto", ora confluita nel blog personale (su www.mattinopadova.it) dedicato all'attualità del Food and Wine veneto e non solo.
Coautore di numerose pubblicazioni nel settore enogastronomico e collaboratore di varie riviste, dal 2004 è ispettore della guida "Ristoranti d'Italia" de L'Espresso. Ha curato la guida "Padova nel piatto" e attualmente dirige la collana "Italia nel piatto" dell'editore Il Poligrafo.
Tra i riconoscimenti ottenuti spicca l'assegnazione di due premi "Penna d'Oca" (edizioni 2005 e 2011), premio biennale promosso da Unioncamere del Veneto. Per quanto riguarda il turismo ha visitato finora 111 paesi del mondo. Fa parte del Gist, associazione della stampa turistica di cui ha ricoperto la carica di delegato regionale e consigliere nazionale. Ha al suo attivo anche una spedizione umanitaria via terra in Guinea Bissau.

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.