CASCINA CLARABELLA IN FRANCIACORTA, SERATE GUSTOSE E BENEFICHE

Doppio appuntamento in Clarabella. Giovedì protagonista la selvaggina, sabato la musica, il tango e la solidarietà con "WeareDinner"

 

Settimana all'insegna della cucina selvatica, della solidarietà e della natura alla cooperativa sociale Clarabella di Corte Franca (Bs). Giovedì 23 luglio alle ore 20 nel parco del suo ristorante, Centottanta Cantina &Cucina, in via Enrico Mattei, è in programma "Il buon selvatico. Le carni di selvaggina incontrano il Franciacorta”, serata di cucina e approfondimento per scoprire e riscoprire carni a chilometro zero e basso impatto ambientale dalle grandi proprietà nutrizionali e avvicinarsi a un consumo della carne più sano e consapevole.


Lorenzo Berlendis, consigliere nazionale Slow Food, e Bruno Bonzi, agricoltore e allevatore, introducono al mondo delle carni selvatiche e degli allevamenti etici. A seguire, carni buonissime provenienti da animali allevati con modalità rispettose del loro benessere, danno vita a un tripudio di sapori del bosco nel menù degustazione creato dall’executive chef del ristorante Francesco Pezzaioli: si parte con un crostone di polenta di mais Rostrato Rosso di Rovetta con pestata di lardo e miele carrubo e si prosegue con tortelloni di farina integrale bio ripieni di castagne e quaglia e cinghiale di cacciagione, per finire con il dolce anch'esso dedicato al bosco. In abbinamento, i Franciacorta di Cantina Clarabella, in un matrimonio insolito che sorprenderà piacevolmente. La serata fa parte della rassegna "Digiovedì" promossa da Clarabella che il giovedì fa conoscere le specialità alimentari buone, pulite e giuste del territorio. Costo 25 euro, su prenotazione al 3471278891.

Sabato 25 luglio a partire dalle 19 il parco del Centottanta Cantina&Cucina ospita “Wearedinner”, serata di cucina, musica, tango, benessere e solidarietà, organizzata dalla onlus We Are in collaborazione con Clarabella. Parte del ricavato sarà devoluto in beneficenza e sosterrà il progetto #WeAre a supporto psicologico dei bambini siriani rifugiati a Kilis.
La cena comprende un piatto di specialità tipiche, un primo, una calice di Franciacorta, acqua e caffè. Ad animare la serata, la musica di Valentina Gabanetti e Marco Mombelli, l’esibizione di tango argentino dei maestri Antonia Erriquez e Massimiliano Marangoni e una piccola esperienza sonora con il suono delicato dei Koshi di Elena Barluzzi, counselor esistenziale.
La serata ha un costo di 30 euro a persona (si può pagare in contanti nel corso della serata o in anticipo tramite pay pal donazioni@weareonlus.org). È richiesta la prenotazione a Lorella
333 2373222 o a Gabriella 338 1379700.


La onlus WE ARE da anni aiuta con farmaci e medicine le popolazioni, in Italia e nel mondo, colpite dalla guerra, da calamità naturali o in condizioni di estrema povertà. In questo momento, con il progetto #weare, si impegna per offrire aiuti alla popolaziole siriana nei campi profughi e nei centri di accoglienza temporanei, con particolare attenzione ai bambini. Chi vuole sostenere l’associazione in questo progetto può fare una donazione sul conto corrente: Banca Popolare dell'Emilia Romagna - Ag.2 Bologna IBAN: IT02V0538702402000002154768 BIC BPMOIT22XXX o con PayPal: donazioni@weareonlus.org
Maggiori informazioni sul sito
ww.WEAREONLUS.org.

Per conoscere tutte le iniziative della cooperativa sociale Clarabella: www.cascinaclarabella.it - Facebook Cascina Clarabella - Instagram cascinaclarabella.

0 Commenti

Lascia un commento

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy

Roberto Vitali

Laureato in Lettere alla “Cattolica” di Milano, ho cominciato durante l’università a scrivere per il quotidiano della mia città, “L’Eco di Bergamo”, al quale – pur essendo oggi in età di pensione – continuo a collaborare sia sul cartaceo che sul sito web. Sono stato addetto stampa di enti pubblici, direttore di Teleorobica, direttore-editore del mensile “Bergamo a Tavola” (1986-1990) poi trasformato in “Lombardia a Tavola” (1990-2002) e poi venduto (oggi vive ancora trasformato in "Italia a Tavola"). Mi sono sempre occupato, oltre che della cronaca bianca della mia città, di enogastronomia e viaggi. Ho collaborato alla Rai-Gr1, vinto premi giornalistici in tutta Italia e scritto qualche libretto, tra cui “La cucina bergamasca – Dizionario enciclopedico” e una Guida dei ristoranti di Bergamo città e provincia. Mi piace l’Italia e tutto quello che di buono e bello sa offrire. Spero, con i miei scritti, di continuare a farla amare da tanti altri lettori. 338.7125981

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.