CARMINE BUONANNO NUOVO EXECUTIVE CHEF ALEPH ROME HOTEL CURIO COLLECTION BY HILTON

Carmine Buonanno è l’Executive Chef che si occuperà di tutta l’offerta F&B dell’Aleph Rome Hotel.

Ad annunicare l'arrivo dello Chef Buonanno nella 'Città eterna' è Massimiliano Perversi, direttore dell’Aleph Rome Hotel, elegante proprietà nel cuore di Roma a pochi passi dalle leggendarie Piazza di Spagna, Fontana di Trevi e Villa Borghese.

Carmine Buonanno, dopo aver visto nascere la sua passione per la cucina fin dall'adolescenza, si dedica totalmente ad essa, spinto dal desiderio di ricreare gesti e sapori antichi.

Dopo le prime esperienze, Carmine approda al ristorante due stelle Michelin Don Alfonso nella cucina di Alfonso Iaccarino, dove scopre il perfetto equilibrio tra qualità ed estetica dei piatti. A seguire diventa Executive Chef del Gran Melia Villa Agrippina di Roma.

Arriva adesso nelle cucine dell’Aleph, portando l'amore per le materie prime e per quei sapori capaci di evocare antiche emozioni. La cucina di Carmine ha un’impostazione chiara e precisa: il focus è sulla cucina mediterranea, con forti influenze tradizionali romane. Non manca una sottile ma inconfondibile presenza delle suggestioni della sua città d’origine Benevento, con tutta la meraviglia dell’entroterra campano. Da una parte, dunque, troviamo le materie prime eccellenti del territorio e dall’altra ingredienti inconsueti che si sposano perfettamente con gli aromi mediterranei. Un menu stagionale, attento alla rotazione delle materie prime e una filosofia che mette in primo piano la salubrità del cibo.

«La filosofia della cucina di Carmine si amalgama perfettamente con il motto dell’Aleph Rome Hotel, che si basa sull’unione tra tradizione e innovazione – ha dichiarato Massimiliano Perversi - siamo dunque lieti di accoglierlo nel nostro meraviglioso albergo e di seguirlo nel suo percorso di ricerca e innovazione. La prima affonda le sue radici nelle origini dello Chef e nella sua formazione con Don Alfonso, mentre la seconda consiste nella costante ricerca di una nuova concezione dei piatti. Sapori intensi, abbinamenti moderni ma con lo sguardo sempre rivolto al territorio».

Questa filosofia semplice e forte si declina in ogni outlet dell’albergo e ad ogni ora del giorno.

«“Inizia per me un viaggio nuovo ed entusiasmante, sono lieto di accogliere all’intero di questa prestigiosa struttura tutte le persone che vorranno regalarsi attimi di piacere, lasciandosi alle spalle questo momento storico particolare» ha dichiarato lo Chef Carmine Buonanno.

Si parte dalla prima colazione, con il classico menù italiano o continentale, cui si affianca un angolo interamente dedicato ai prodotti slow food con salumi e formaggi del territorio.  A seguire troviamo l’offerta di un pranzo agile e veloce al 1930’coffee bar con i gustosi sandwiches, le ricche insalate e le moderne pokè. Per il perfetto relax ci si sposta sulla splendida terrazza nel rooftop dell’hotel dove lo chef Carmine propone degli sfiziosissimi bite da gustare di fronte a una sensazionale vista sui tetti di Roma sorseggiando i cocktail più innovativi. Infine la cena, con il menu stagionale ricco di sorprese e prelibatezze.

Un nuovo corso fatto di bellezza e bontà, per arricchire il soggiorno all’Aleph Rome Hotel di un’esperienza sensoriale intensa e gradevolissima, guidati dalle sapienti mani di Carmine Buonanno.

www.alephrome.com

Nella foto: Carmine Buonanno e Massimiliano Perversi

 

 

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.