CAPODANNO A CIPRO CON DIMENSIONE TURISMO

Esplorare Cipro, isola antichissima e colma di suggestioni in un clima mite, è un privilegio che ci si può concedere anche in inverno. Un programma che porta al cuore di Cipro, con le sue tradizioni e il suo straordinario patrimonio storico-artistico.

Dimensione Turismo propone i suoi programmi in mezza pensione con voli da Milano Malpensa, guida parlante italiano e accessi ai siti archeologici inclusi. Itinerari esclusivi che porteranno al cuore della storia e delle tradizioni dell’isola.
 
Tra le tappe più suggestive del programma vi sono l’antico regno di Curium, città-stato con il suo magnifico anfiteatro greco-romano del II secolo a.C. e la villa di Eustolio, Petra Tou Romiou, la spiaggia che secondo la mitologia ha dato i natali ad Afrodite e Panagia Chrysopolitissa, magnifica chiesa bizantina del XIII secolo. A Pafos, capitale europea della cultura nel 2017, si ammirerà la casa di Dionisio, risalente al II secolo a.C. e posta all’interno del Parco archeologico di Kato Pafos, con pavimenti a mosaico tra i più belli del Mediterraneo Orientale e il celebre sito delle Tombe dei Re.
                                                                           
La parte vecchia di Nicosia, capitale dell’isola, cinta dalle antiche mura veneziane, racchiude al suo interno un dedalo di vicoli e case tradizionali e un eccezionale patrimonio storico-artistico. Tra i suoi tesori il famoso museo Bizantino con la più grande collezione di icone dell’isola, la Cattedrale di San Giovanni e il Museo Nazionale con una collezione di preziose opere d’arte cipriote e reperti archeologici del Neolitico. Il programma prevede inoltre la visita dell’antica cattedrale ortodossa in stile gotico di Santa Sofia, situata oltre la frontiera nella parte turca dell’isola, eretta dai Franchi dove furono incoronati i re di Cipro dal XII al XVI sec.

Poi l’escursione ai Monti Troodos, con una prima sosta alla chiesa di Asinou, prezioso gioiello architettonico con un notevole ciclo di affreschi bizantini, Kakopetria, caratteristico paesino sulla collina pedemontana, con un centro storico tra i più antichi e caratteristici dell’isola. E ancora la visita di alcune delle famosissime chiese bizantine protette dall’ Unesco: tra le più belle la chiesa di Ayios Nicolaos, ricca di affreschi che vanno dal XI al XVII secolo e l’abbazia di Panagia di Pothithou costruita nel 1502 a Galata, suggestivo villaggio immerso nel verde.                                                
 
Non solo siti di interesse storico-artistico, ma anche un percorso alla scoperta del più antico e famoso vino dell’isola, la Koumandaria, celebre in tutto il mondo, un itinerario che risale ai tempi in cui i Cavalieri di San Giovanni si dedicavano al perfezionamento delle tecniche di produzione del vino. Dopo la tappa al castello di Kolossi, costruito nel XV secolo sulle rovine di una fortezza risalente all’inizio del XIII, di proprietà dei Cavalieri di San Giovanni di Gerusalemme e poi dei Cavalieri Templari, il percorso si completerà con la visita del vicino villaggio di Erimi ed il suo Museo del Vino e con una degustazione nella storica cantina di Linos.
 
Il viaggio attraverso la storia millenaria di Cipro verrà completato dalla visita ai ponti Veneziani di Tszelefos ed Elia, di epoca veneziana e medievale, giungendo poi al monastero di Kykkos fondato nel 1100, e poi il complesso di San Giovanni Lampadistis, dichiarato patrimonio dell’Umanità dall’Unesco risalente al XI secolo.
                                                                            
Altro luogo incantevole è la località di Lefkara, dove nascono creazioni artigianali di pizzo e filigrana d’argento noti in tutto il mondo per essere realizzati secondo tecniche antichissime.
 
www.dimensioneturismo.com

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.