CANTINE APERTE HOME EDITION IN TOSCANA

Cantine Aperte “Home edition” è la proposta del Movimento Turismo del Vino Toscana per non perdere il grande evento dell’anno dedicato a tutti gli appassionati di vino.

Cambia la formula dunque, ma resta la sostanza: così il 30 e il 31 maggio le cantine della Toscana restano “aperte” in un modo innovativo, ma non per questo meno coinvolgente per tutti i winelovers che vorranno partecipare.

Il tema di quest’anno sarà quello de “il vino e le sue radici”, radice intesa quella della vite naturalmente, così coriacea, simbolo delle radici di tutti e dei produttori in particolare, legate alla terra e alla tradizione di fare vino.

«Maggio è il mese del risveglio per antonomasia e in questo delicato momento che sta vivendo il nostro Paese abbiamo bisogno di un ritorno alle radici, inteso come un richiamo alle cose essenziali per liberarci dalle frivolezze a cui eravamo abituati prima dell’emergenza - spiega il presidente del Movimento Turismo del Vino Toscana, Emanuela Tamburini - per questo motivo abbiamo ideato un’edizione del tutto innovativa dell’evento più rappresentativo della nostra Associazione con il buon vino delle migliori cantine toscane e con la possibilità di avere un filo diretto con il produttore alla scoperta delle cose semplici e genuine senza uscire di casa».

Le cantine restano chiuse fisicamente, ma non del tutto: se infatti i winelovers non potranno organizzare direttamente le loro gite in cantina durante l’evento, quest’anno potranno entrare “virtualmente”, ma non solo, nelle aziende che aderiranno all’iniziativa. Ecco come: dal 4 al 28 maggio sul portale www.mtvtoscana.com saranno disponibili le aziende partecipanti in rappresentanza di tutte le principali denominazioni della Toscana. Ogni cantina proporrà due pacchetti per gli appassionati che potranno con un click prenotare la scelta ideale che consiste in un kit che sarà spedito direttamente all’indirizzo di casa. Il kit di Cantine Aperte Home edition prevede delle bottiglie in assaggio, l’invito in cantina per quando sarà possibile, una ricetta toscana della cantina da cucinare in casa e abbinare al vino ricevuto. La visita in cantina invece si svolgerà virtualmente alle 11 o alle 16 del 30 e 31 maggio attraverso Zoom e avrà la durata di 40 minuti: si tratterà di una visita virtuale che ogni singola cantina proporrà al winelover che l’avrà scelta. Alla fine i winelovers potranno scattarsi una foto di “Cantine Aperte” da pubblicare sul portale di MTV Toscana.

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.