CANADA DUBAI E LONDRA NEL MIRINO DI TIPICITÀ

La Marche Experience vince ed è sempre più ammirata in tutto il pianeta, come dimostra anche Lonely Planet, la guida di viaggio più conosciuta al mondo che per il 2020 raccomanda di non perdere assolutamente la possibilità di visitare questa regione ancora poco nota: griffe internazionali laddove vengono realizzate, panorami mozzafiato e colline incantate, straordinarie opere d’arte ed ottimo cibo unito a birra e vino d’autore.

Dalla Toscana è partito il Roadshow di Tipicità che, nell’arco di dodici mesi porterà la Marche Experience in Italia e nel mondo. Un fantastico tour iniziato da San Miniato, dove “Tipicità” è stata protagonista, in qualità di ospite d’onore, alle giornate inaugurali della 49a edizione della “Mostra Nazionale del Tartufo Bianco” che si tiene nella suggestiva città toscana.

Canada: Tipicità è stata invitata dall’Ambasciata italiana di Ottawa e dal Consolato Generale italiano di Montreal ad interpretare la “Settimana della Cucina italiana nel mondo”, che si terrà dal 18 al 22 novembre. Quattro gli chef selezionati dall’Accademia di Tipicità, che accompagneranno una missione composta da imprenditori rappresentativi di food, fashion e turismo. In programma incontri qualificati con ICE, Camera di Commercio Italiana in Canada, nonché workshop ed attività relazionali per promuovere il “Marche Style” in un mercato ad alto potenziale di spesa che dimostra grande attenzione nei confronti dell’Italia.

Londra: Tipicità ha stretto una collaborazione con il “Glass of Bubbly”, Festival internazionale delle bollicine, il responsabile del quale, Graham Taylor, è intervenuto alla presentazione del Roadshow che ha avuto luogo a Fermo. Il prestigioso evento, che si svolge ogni anno nel vivacissimo quartiere di Westminster, nel cuore della capitale britannica, parteciperà a Tipicità 2020 ed a sua volta ospiterà il Festival marchigiano all’appuntamento londinese del prossimo 7 aprile.

Dubai: “Connettere le menti, creare il futuro” è lo slogan dell’Expo Universale che si terrà negli Emirati Arabi da ottobre 2020. Nell’ambito del programma di Tipicità Festival, nel prossimo mese di Marzo, saranno realizzate iniziative di preparazione a questo grande evento, per predisporre in maniera idonea l’eventuale partecipazione di entità ed aziende marchigiane.

È dall’esperienza milanese di EXPO 2015 che l’organizzazione di Tipicità ha varato un innovativo format di promozione territoriale denominato, per l’appunto, “Taste Marche Experience”, un progetto finalizzato a promuovere nel mondo le eccellenze dell’italian style. Dubai ed Abu Dhabi, Russia, New York, Tirana e Valona, sono le tappe più significative toccate sino ad ora. Il modello è quello fortunato di Tipicità Festival (ma in modalità “export”!), la ventottesima edizione del quale si svolgerà al Fermo Forum dal 7 al 9 marzo.

Università e pubbliche amministrazioni, aziende leader nei rispettivi ambiti, associazioni di categoria, chef ed istituti alberghieri che si riconoscono nel “brand-ombrello” di Tipicità, diventano altrettanti attori protagonisti del “Vivere all’Italiana”, seguendo lo slogan del Ministero degli Esteri che valorizza, non tanto i singoli prodotti, quanto l’intero lifestyle del Bel Paese.

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.