BÔ NOËL A LOSANNA

Accattivante, avvolgente e coinvolgente, Losanna si prepara ad immergersi nella girandola di luci che la invadono gioiosamente quando Natale bussa già alle porte. Fra effluvi di cioccolata e vino caldo, quest’anno la capitale del Vaud festeggia poi tanti riconoscimenti e vara progetti che preannunciano un 2020 all’insegna delle novità e del grande sport. Occasione ideale per concedersi piacevoli week end, impreziositi da intermezzi conviviali, parentesi culturali ed eventi ad alto tasso di adrenalina.

Forte dei 340.000 visitatori del 2018 (20mila in più del 2017), per il suo quinto compleanno BôNoël punta ancora più in alto. La carrellata di mercatini natalizi dal 20 novembre al 31 dicembre, sarà il festoso fil rouge di tutti gli appuntamenti delle feste di Fine anno in 7 piazze cittadine - Place Saint François, Place Pepinet, Place de l'Europe, Place Centrale, Bel-Air Square, Esplanade della Cattedrale, Place de la Palud - ed in alcune aree satellite. Riunirà artisti, artigiani ed una rosa di produttori più rappresentativi della raffinata creatività che anima la capitale del Vaud.

Fra le tante novità, la collaborazione con il famoso villaggio di Flottins di Évian (Francia), che sulla Place Centrale ergerà un’installazione monumentale (un Babbo Natale in legno alto 10 metri), circondata da pini, cervi e tutto quanto fa Natale; il Villaggio per bambini sull’Esplanade de la Cathédrale con una fattoria per animali ancora più ampia; un nuovo Music bar che darà un tocco magico al cuore antico della
città, e il Maxi Best Of del Marché des Créateurs che consentirà di ritrovare artisti già presenti nelle precedenti edizioni e i nuovi talenti selezionati quest’anno. Bel-Air Square e la Lausanne Terrace accoglieranno poi spazi ispirati ai Giochi Olimpici Giovanili, in programma dal 9 al 20 gennaio, che a evento concluso verranno reimpiegati altrove. Sensibile ai temi sociali e dell’ambiente, BôNoël servirà per tutta la manifestazione fiumi di vino caldo in 23.000 i bicchieri isotermici, lavati sul posto e riutilizzabili. Vetro ed altri materiali saranno poi raccolti in modo differenziato in appositi chalet dislocati nei vari mercati. Il ricavato dalla vendita di quanto recuperato verrà devoluto alla Croce Rossa del Vaud.
Infine, attesissima, la gigantesca Silent Disco di Bô New Year, che il 31 dicembre, dalle 21, saluterà l’arrivo del Nuovo Anno in Place Centrale. Un club open air, ultra trendy dove, muniti di apposite cuffie, tutti potranno ballare fino alle ore piccole... Ma in perfetto silenzio, nel rispetto degli animali e della quiete pubblico. Orari dei mercatini e di tutti gli appuntamenti, programma del Silent Party sul sito www.bo-noel.ch
Alle luci dei mercatini natalizi, dal 20 novembre al 31 dicembre, si aggiungono le installazioni luminose del Festival Lausanne Lumières. Una quindicina di opere di artisti internazionali dislocate in varie zone della città. Da ammirare individualmente o seguendo tour guidati gratuiti.
www.lausanne-tourisme.ch

Novità delle feste 2019 il Veglione di Capodanno organizzato dal Mad Club, discoteca del Flon di fama internazionale, nella nuovissima Vaudoise Arena, stadio coperto inaugurato a settembre nella zona ovest della città. Facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici, vedrà sul palco rapper e band note al pubblico dei più giovani. I biglietti, consumazione esclusa, fino al 30 novembre, costano CHF 39.- ; dal 1° dicembre CHF 59.- www.madclub.ch/arena

Tre le date speciali per vivere in pieno l’atmosfera dello shopping natalizio. Il 18, 20 e 23 dicembre infatti, in occasione dell’apertura serale dei negozi e dei mercatini di BôNoël, torna La Nuit des Etoiles, la notte delle stelle in cui hotel di ogni categoria praticano tariffe in base al numero delle stelle: da CHF 100.- a 160.- a notte per le strutture da 1 a 4 stelle sup; CHF 300.- nei 5 stelle e 5 stelle sup. La lista degli hotel che aderiscono alla iniziativa è sul sito www.lausanne-tourisme.ch

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.