Birre e cucina gourmet sul ghiacciaio dello Stubai: Trinker e Kostner protagonisti allo Scahufelspitz

Sul ghiacciaio dello Stubai, il più grande comprensorio sciistico dell'Austria, c'è un ristorante gourmet: è lo Schaufelspitz, premiato dalla guida Gault-Millau con due cappelli (riconfermati nel 2018), e terreno di espressione creativa dello chef David Kostner, un amante dei prodotti locali.

Lo Schaufelspitz, meta esclusiva e conosciuta per il successo delle notti gourmet “Dine & Wine” (sold out pèer gli appuntamenti del 12 e 13 gennaio scorsi), propone il 24 febbraio 2018 una serata a tema “Dine & Beer”. E' dedicata alle birre artigianali. Ciu sarà il primo sommelier austriaco di birra Markus Trinker, di Schladming. Abbinerà le birre in modo ottimale alla cucina gourmet. I piatti del menu di sei portate sono creazioni dello chef David Kostner, come ad esempio la costoletta Mangalitza stagionata all'aria, al filetto di luccioperca in guazzetto di luppolo, il tiramisù di malto e altre squisite pietanze.

Il costo della serata compreso il viaggio in funivia 3S Eisgratbahn costa 115,00 euro a persona. Salita fino alle ore16.45 discesa entro le 23.00. Informazioni e prenotazione all'indirizzo info@stubaier-gletscher.com.

Il Ristorante Schaufelspitz si trova alla stazione a monte Eisgrat a 2.900 m di altitudine ed è aperto per la stagione invernale da metà ottobre fino ai primi di maggio dalle 09.00 alle 16.15. Lo charme e la ricercatezza sono di casa allo Schaufelspitz, che rende calorosa l’accoglienza agli ospiti anche su uno sfondo glaciale,con una stube di stile moderno in pino cembro, un caldo camino e una stupenda terrazza soleggiata.

Funivia 3S Eisgratbahn

Dall’ottobre 2016 si accede al regno delle nevi eterne dello Stubai e al cuore della sua gastronomia, con il nuovo impianto di risalita 3S Eisgratbahn. Per un valore di 60.6 milioni di euro, la nuova funivia è entrata nella storia degli investimenti più grandi destinati alle stazioni sciistiche in Austria e in tutto l’arco alpino: moderna, confortevole efrutto dell’ultima tecnologia funiviaria della Leitner Spa.L’innovazione non risiede solo nella lunghezza aerea sostenuta da sette piloni,si tratta della “Funivia a tre funi più lunga delle Alpi”, ma anche nell’eleganza e nell’efficienza del progetto. Le 48 gondole ultra moderne realizzate dal designer italiano Pininfarina, hanno una capacità di trasporto che raggiunge fino a un numero di 3.000 sciatori e turisti all’ora, eliminando ogni tempo d’attesa. Inoltre, percorre in 11 minuti ad una velocità di 25 km/h una tratta aerea di 4.7 km su un dislivello di 1.200 metri.

Settimana bianca

Da 2 a 7 pernottamenti con prima colazione o mezza pensione o in un appartamento, inclusi il Super skipass da 2 a 6 giorni e lo skibus per muoversi nella valle, a partire da 165 euro a persona. Il Super Skipass Stubai dà accesso a tutti e 4 i comprensori sciistici della valle: per fare carving sulle ampie piste del ghiacciaio, affrontare i fuori pista sulla neve fresca dello Schlick 2000, passeggiare lungo i sentieri invernali di Serles e lanciarsi con lo slittino dal monte Elfer. Inoltre, nell’offerta è incluso l’ingresso al centro ricreativo di Neustift e al centro acquatico benessere StuBay. Offerta valida fino all‘8 aprile 2018. Vale la pena approfittarne.

0 Commenti

Lascia un commento

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy

Renato Malaman

Cura il blog "Salsa & Merende" nel quotidiano "Il Mattino di Padova" di cui è stato redattore fino al 31 dicembre 2016. Del quotidiano, con cui ha iniziato a collaborare nel 1978, è stato titolare dal 2001 della rubrica di enogastronomia "Gusto", ora confluita nel blog personale (su www.mattinopadova.it) dedicato all'attualità del Food and Wine veneto e non solo.
Coautore di numerose pubblicazioni nel settore enogastronomico e collaboratore di varie riviste, dal 2004 è ispettore della guida "Ristoranti d'Italia" de L'Espresso. Ha curato la guida "Padova nel piatto" e attualmente dirige la collana "Italia nel piatto" dell'editore Il Poligrafo.
Tra i riconoscimenti ottenuti spicca l'assegnazione di due premi "Penna d'Oca" (edizioni 2005 e 2011), premio biennale promosso da Unioncamere del Veneto. Per quanto riguarda il turismo ha visitato finora 111 paesi del mondo. Fa parte del Gist, associazione della stampa turistica di cui ha ricoperto la carica di delegato regionale e consigliere nazionale. Ha al suo attivo anche una spedizione umanitaria via terra in Guinea Bissau.

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.