BEST IN CLASS PER FOLLADOR PROSECCOAL THE CHAMPAGNE SPARKLING WINE WORLD CHAMPIONSHIPS

È ancora una volta il campione del mondo 2020 RUIOL CASTEI - Valdobbiadene Prosecco Superiore Millesimato D.O.C.G. Extra Dry di Follador Prosecco dal 1769 a conquistare la medaglia “Best in Class - Prosecco Vintage Extra-Dry” al The Champagne Sparkling Wine World Championships 2021, per il secondo anno di fila.

Il concorso internazionale, giunto alla sua settima edizione è la più grande e dura competizione di spumanti al mondo: solo i vini Medaglia d'Oro infatti sono stati selezionati per concorrere alla “Best in Class and Trophies”.

«Partecipare al concorso con una bottiglia prelevata dalla produzione ordinaria e vincere per il secondo anno consecutivo la medaglia Best in Class è per noi motivo di grande orgoglio - ribadisce Cristina Follador, direttore commerciale e marketing dell’Azienda – siamo ancor più incoraggiati a dare il meglio in questo nuovo anno, puntando ai prossimi obiettivi di crescita».

Tanti i successi che Follador Prosecco ha collezionato in questi anni ai più importanti concorsi del mondo: il segreto della realtà di Col San Martino rimane il legame intrinseco con i valori di famiglia. Una dinastia che dal 1769 preserva e tutela l’esclusività del Territorio di Valdobbiadene, Patrimonio Mondiale dell’Umanità, con passione e impegno.

Dalla prima onorificenza ricevuta proprio in quell’anno dal Doge di Venezia Alvise IV Mocenigo, che testimoniò l’impegno dell’antenato Giovanni Follador nel produrre un vino di eccezionale qualità, si sono susseguite 9 generazioni dedite all’eccellenza, che oggi contano oltre 250 anni di vocazione per il mondo del vino.

Un gioco di tradizione storica e innovazione che porta l’azienda, detentrice del Metodo Gianfranco Follador, a guardare al futuro rappresentando i più alti standard Made in Italy.

www.folladorprosecco.com
 

Claudio Zeni

Claudio Zeni, laureato in Letterature e Lingue straniere è nel mondo del giornalismo dall’età di 18 anni. Appassionato di sport, enogastronomia e turismo collabora con media locali, nazionali ed internazionali di settore. Tra i principali riconoscimenti giornalistici assegnatigli si ricorda il premio nazionale Gennaro Paone consegnatogli a Roma dal direttore generale dell’Enit, il I.o premio giornalistico nazionale ‘Strada del Vino del Recioto e di Gambellara’, il I.o premio ‘Primavera del prosecco’, 'Amici della Chianina', 'Premio Tarlati', 'Scandiano', 'Sant'Angelo in Vado, 'Apicio', 'La bisaccia del tartufaio', 'Burson'. Per quattro anni ha seguito l’Hong Kong Food Festival e per due ha coordinato la manifestazione nazionale Top of Golf finalizzata alla proclamazione del miglior ristorante della ‘Wine Tour Cup’ dell'Associazione 'Città del Vino'. Coordinatore della giuria e dei cuochi del concorso culinario ‘Tartufo d’oro’ di Gubbio’. Unitamente al Presidente dei Cuochi di Arezzo organizza il concorso 'Penne bruciate', giornalisti ai fornelli dove a vincere è il 'piatto peggiore'. Autore con Leone Cungi del libro ‘Sport e società a Monte San Savino (Un secolo di storia sportiva e tradizioni sul borgo toscano).

Acconsento al Trattamento dei miei dati Personali nel rispetto del reg. 2016/679/UE e dichiaro di avere letto l'informativa sulla Privacy
Accetto di ricevere informazioni in merito a promozioni, news ed eventi relativi a questo sito in conformità al nuovo reg. 2016/679/UE sulla Privacy.